L’assessore al commercio Fabio Urbinati sullo spostamento del mercato settimanale

mercato ambulante 1' di lettura 23/09/2011 -

Intendo chiarire la mia posizione in merito ad un assenso che il sottoscritto avrebbe concesso allo spostamento permanente del mercato settimanale dalle piazze Garibaldi e San Giovanni Battista alle vie del centro cittadino.



Vorrei rassicurare i commercianti associati alla Confederazione italiana degli esercenti e commercianti (CIDEC), le associazioni di categoria e i sindacati del settore, nonché il comitato di quartiere e i cittadini, che non è assolutamente nelle intenzioni dell’Assessorato al commercio procedere ad una riorganizzazione definitiva dei mercati.

E’ prassi consolidata della nostra Amministrazione che una decisione così importante, che porterebbe a rivoluzionare radicalmente la collocazione del mercato cittadino nonché la viabilità, debba passare attraverso azioni concertate con tutti i soggetti coinvolti.

Non nego che l’inizio dei lavori su sottosistemi e rete fognaria per la realizzazione del nuovo impianto per lo smaltimento delle acque piovane in piazza Garibaldi e piazza San Giovanni Battista renderà necessario un temporaneo spostamento del mercato cittadino e una conseguente modifica alla viabilità nelle zone del centro, limitatamente alle giornate del martedì e del venerdì, a partire dal mese di novembre. Ma comunque si tratta di una scelta legata a ragioni oggettive e non certo una soluzione data per acquisita dall’Amministrazione.

Pertanto resta immutata la disponibilità ad ascoltare proposte provenienti da cittadini, singoli o associati, in merito allo sviluppo delle attività commerciali cittadine e ai temi riguardanti le attività produttive.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2011 alle 20:10 sul giornale del 24 settembre 2011 - 673 letture

In questo articolo si parla di attualità, san benedetto del tronto, Comune di San Benedetto del Tronto, mercato ambulante

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/pFJ





logoEV
logoEV