Un ricordo di Don Osvaldo Cataldi

Giovanni Gaspari 1' di lettura 31/08/2011 -

La scomparsa improvvisa di Don Osvaldo Cataldi, parroco della Chiesa della Sacra Famiglia di Ragnola, lascia un vuoto difficile da colmare nella comunità che, in tanti anni, ha avuto modo di apprezzarne le doti di grande umanità, instancabile passione per il bene, desiderio di aiutare gli altri.



Don Osvaldo sapeva lasciare un segno nel profondo dell’animo di chiunque lo incontrasse: prima come vice parroco di S. Pio X, poi dal 2000 come parroco della Sacra Famiglia, ha sempre dedicato tutto sé stesso alla collettività, in particolar modo ai giovani con cui ha sempre intrattenuto un rapporto tutto speciale, grazie ad una profonda cultura teologica unita a grande attenzione e rispetto per la loro esuberante vitalità. Lo ricordiamo apprezzato docente scolastico, guida spirituale delle Ragnoliadi, esponente di primo piano dell’Azione Cattolica in campo regionale e nazionale.

Con l’Amministrazione comunale ha intessuto rapporti di grande correttezza e cordialità, svolgendo costantemente un ruolo di riferimento che è stato molto importante nella programmazione degli investimenti realizzati in un quartiere in profonda modificazione sociale e urbanistica come quello di Ragnola.

La sua figura di sacerdote e parroco aperto alla società, interessato alla vita dei giovani, attento ai problemi e alle richieste dei suoi parrocchiani mancherà molto a tutti noi.


da Giovanni Gaspari
Sindaco di San Benedetto del Tronto




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-08-2011 alle 18:27 sul giornale del 01 settembre 2011 - 688 letture

In questo articolo si parla di attualità, san benedetto del tronto, giovanni gaspari, Comune di San Benedetto del Tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/oSE