Con 'Nabucco' la grande lirica al porto di San Benedetto

nabucco 2' di lettura 10/08/2011 -

Fervono gli ultimi preparativi e prove per Nabucco, il capolavoro di Giuseppe Verdi, che verrà rappresentato giovedì 11 agosto, alle 21, nella splendida cornice della banchina antistante la Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto. L’Amministrazione Provinciale ha infatti scelto la grande lirica per l’evento culturale di punta dell’estate 2011 della Riviera, dopo lo straordinario successo dei Carmina Burana, dello scorso anno.



L’allestimento e le novità dell’opera più risorgimentale e patriottica del grande compositore, proposta dalla Provincia (in collaborazione con gli sponsor Unicredit e “NeroGiardini”) per rendere degno omaggio al 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, sono state illustrate oggi, in una conferenza stampa, dal Presidente Piero Celani e dall’assessore provinciale alla Cultura Andrea Maria Antonini insieme al regista dell’opera Artemio Cabassi e al presidente dell’Associazione musicale “Preludium” Massimiliano Rastelli. Erano anche presenti l’assessore provinciale al Turismo Bruno Gabrielli, il presidente del coro “Ventidio Basso” Pietro Di Pietro e il direttore commerciale dell’area Marche Sud - Unicredit Marzio Giogli.

Un cast veramente di rilievo per il dramma lirico verdiano con il celebre baritono messicano Carlos Almaguer nei panni di Nabucodonosor e tutti gli altri straordinari interpreti: il tenore Fabio Valenti (Ismaele), il basso Giancarlo Tosi (Zaccaria), il soprano Simona Baldolini (Abigaille), il mezzosoprano Irene Molinari (Fenena), il basso Angel Rodriguez (Gran Sacerdote di Belo), il tenore Carlo Assogna (Abdallo) e il soprano Barbara De Angelis (Anna).

“Si tratta di una versione nata all’interno del Festival di Busseto, luogo natio del compositore emiliano - ha spiegato il regista Cabassi - che vedrà a San Benedetto un’ambientazione classica con i componenti del cast nelle tradizionali vesti dei personaggi storici di riferimento, mentre il coro del Ventidio Basso, guidato dal direttore Carlo Morganti, fungerà da coro greco e statico sulla sfondo, con i costumi delle classi sociali contemporanee a Verdi: nobili, borghesi, contadini ed esponenti della comunità ebraica del tempo. L’ensamble sarà accompagnato dalla musica dall’orchestra sinfonica “Rossini” di Pesaro, una delle protagonista del Rossini Opera Festival”.

L’assessore Antonini ha sottolineato il carattere risorgimentale e popolare della rappresentazione con l’inno di Mameli che aprirà una serata dove “cultura e turismo si uniscono per dare risalto all’intero territorio e alle sue eccellenze che la Provincia è impegnata a promuovere dalla costa alla montagna insieme alle tradizioni e alle identità locali”.

Il presidente Celani, dopo aver ringraziato gli sponsor ed evidenziato l’azione della Provincia per favorire le potenzialità turistiche del territorio, ha svelato una delle sorprese dell’evento che “culminerà con fuochi pirotecnici tricolori sulle celeberrime note “Và Pensiero” intonato dal coro del Ventidio, insieme al pubblico presente, invitato ad essere parte attiva nel congedo finale della rappresentazione”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2011 alle 18:24 sul giornale del 11 agosto 2011 - 1290 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ola





logoEV
logoEV