Seminario di mediazione linguistica e culturale

mediazione linguistica e culturale 2' di lettura 27/04/2011 -

Il Centro Polivalente per gli Immigrati (sito in via Pasubio a Porto d’Ascoli) ospiterà venerdì 29 aprile, alle 15.30, un incontro per comprendere più da vicino aspetti e dinamiche della “mediazione linguistico - culturale nei servizi scolastici, sanitari e sociali” rivolti agli immigrati presenti sul territorio.



Il seminario, promosso dall’Assessorato provinciale alle Politiche Sociali, vedrà la partecipazione, tra gli altri, del coordinatore dell’“Ambito Territoriale XXI” dr. Antonio De Santis, della direttrice del Distretto di San Benedetto del Tronto (Zona Territoriale n. 12) dott.sa Giovanna Picciotti, del dirigente scolastico dott.sa Gelsomina Viscione e della vicepresidente della cooperativa “Crinali” di Milano nonché mediatrice linguistico - culturale dott.sa Karina Scorzelli Vergara.

Nel corso dell’appuntamento saranno tanti i temi affrontati, con particolare attenzione al ruolo della mediazione nell’approccio agli utenti stranieri e alle diverse prospettive di accoglienza ed integrazione da parte di operatori e strutture.

“I recenti e drammatici eventi del Nord Africa hanno evidenziato come lo storico fenomeno delle migrazioni sia in forte aumento, soprattutto nei Paesi Europei che si affacciano sul Mediterraneo, tra cui l’Italia – spiega il Vice Presidente e Assessore alle Politiche Sociali Pasqualino Piunti – in questa prospettiva appare opportuno che Istituzioni, enti locali e operatori definiscano, congiuntamente, sempre nuove e modalità di gestione delle situazioni di cambiamento sociale. Proprio per questo la Provincia, come ente di coordinamento e di programmazione, ha inteso rafforzare la mediazione interculturale, la negoziazione di incontro e di dialogo mediante l’intervento di figure professionali specializzate in questo delicato ambito. La presenza di mediatori formati – conclude l’Assessore – costituisce pertanto, a tutti gli effetti, una preziosa risorsa per la collettività, e in particolar modo per gli utenti stranieri che saranno così supportati in tante operazioni, come ad esempio, l’accesso all’uso dei servizi e alle opportunità offerte dal territorio (lavoro, formazione, orientamento)”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-04-2011 alle 17:46 sul giornale del 28 aprile 2011 - 702 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/j6i