Lotta alle polveri sottili: la Provincia ripristina la cabina di Campolungo

inquinamento 1' di lettura 12/01/2011 -

La cabina per il rilevamento dell’inquinamento atmosferico posizionata in zona Campolungo, al confine tra i comuni di Ascoli e Castel di Lama, è stata inattiva per alcuni mesi dello scorso anno a causa della presenza di un cantiere nelle immediate vicinanze la cui attività avrebbe potuto condizionare i valori monitorati. Ma, dal 3 dicembre scorso, alcune funzionalità, le più importanti al fine del monitoraggio atmosferico dell’area, sono state ripristinate.



Proprio in questi giorni si è definitivamente verificata l’attendibilità dei dati raccolti; quindi, ad oggi, ufficialmente si può finalmente asserire che la cabina è nella sua piena funzionalità operativa relativamente al monitoraggio delle polveri sottili. I dati rilevati fino ad oggi, sono a disposizione degli Enti ed Amministrazioni interessate e consultabili sul sito internet della Provincia. La cabina rileverà i dati sicuramente per tutto il periodo in cui saranno vigenti i provvedimenti contingenti per la riduzione della concentrazione di polveri sottili PM 10 nell’aria, adottati a seguito dell’accordo di programma sottoscritto dalla Regione Marche, dalle Province e dai Comuni interessati.

“In questa prospettiva – ha sottolineato l’Assessore all’Ambiente Andrea Maria Antonini - la Provincia valuterà in futuro anche l’opportunità di riclassificare e di riposizionare tale stazione di controllo in una zona meno decentrata e più vicina ai centri abitati di Castel di Lama e Villa Sant’Antonio con l’obiettivo di migliorare ulteriormente l’attività di controllo a vantaggio della sicurezza e tranquillità della cittadinanza locale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2011 alle 17:37 sul giornale del 13 gennaio 2011 - 743 letture

In questo articolo si parla di polveri sottili, politica, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ggl





logoEV
logoEV