Consiglio comunale, verso la soluzione del problema allagamenti a Ragnola

consiglio comunale san benedetto 3' di lettura 17/12/2010 -

In circa quattro ore, giovedì 16 dicembre il Consiglio comunale ha approvato tutti i punti all’ordine del giorno. Sempre più vicina la soluzione al problema degli allagamenti nel quartiere Ragnola a San Benedetto in occasione di forti piogge.



L’intervento dovrebbe essere realizzato nel primo semestre del 2011 dalla CIIP spa (l’ex Consorzio idrico). Proprio per consentire lo svolgimento dei lavori, giovedì 16 dicembre il Consiglio comunale ha approvato definitivamente la necessaria variante urbanistica.

Il Consiglio ha inoltre approvato un accordo con l’associazione di imprese CIEP, in base al quale apre finalmente il parcheggio annesso alla scuola Marchegiani al Paese alto: due terzi dei posti auto disponibili, cioè 118, andranno al privato (che potrà anche farne box auto recintati); un terzo, cioè 58, resteranno al Comune come “parcheggi bianchi”, liberamente fruibili anche di notte. A questo proposito il sindaco Gaspari ha affermato che si tratta di un provvedimento utile affinché il Paese alto torni ad essere un “centro vitale”, anche grazie ai lavori in corso di messa in sicurezza del sottosuolo nel quartiere, i primi mai realizzati, per circa 750 mila euro. I consiglieri De Vecchis e Primavera hanno invece contestato l’accordo, sostenendo che quanto concesso al privato rappresenterebbe un costo “spropositato” per il Comune. Il punto è passato con 15 voti a favore, 4 contrari (tra cui quello del consigliere Reno Menzietti), 8 astenuti.

Il Consiglio ha inoltre dato il via libera all’acquisto, per 25 mila euro, di una quota dell’appartamento che si trova sopra l’accesso da via Conquiste alla scuola “Marchegiani”, operazione indispensabile per completare la messa in sicurezza del passo carrabile in questione. Voto favorevole ad una soluzione che renda effettivo l’obbligo per i costruttori, di cedere aree o realizzare lavori di urbanizzazione (come verde, parcheggi, sottosistemi), quando viene realizzata una nuova lottizzazione. L’obbligo troverà riscontro in convenzioni ad hoc, oppure pagando al Comune una cifra “congrua”.

È stata poi data facoltà alle nuove attività commerciali e direzionali di realizzare nel sottosuolo i parcheggi obbligatori per legge, in alternativa a quanto avveniva fin qui, cioè parcheggi in superficie, “consumando” territorio. Approvata anche la deroga all’obbligo di realizzare canne fumarie con sbocco alla sommità degli edifici. Respinta la mozione promossa dalla minoranza dopo la rappresentazione dello spettacolo teatrale “Black Out” con cui si chiedeva che il Comune non sostenga più allestimenti con passaggi ritenuti poco “edificanti”. I vari interventi su quest’ultimo punto sono stati una difesa dello spettacolo e un invito a ritenere altri aspetti della recente attualità più meritevoli di attenzioni e “censure”.

In apertura di seduta, gli assessori Capriotti e Sestri hanno risposto a due interrogazioni del consigliere Lorenzetti riguardanti l’uso presente e futuro del parcheggio della stazione e il decoro del monumento ai caduti al porto. Capriotti ha riferito che, in collaborazione con Trenitalia è in corso il complesso iter per realizzare un parcheggio interrato e sfruttare al meglio gli spazi esistenti nell’area dell’attuale parcheggio, mentre Sestri ha riferito sulla manutenzione riguardante i punti del porto oggetto dell’interrogazione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2010 alle 15:49 sul giornale del 18 dicembre 2010 - 753 letture

In questo articolo si parla di politica, san benedetto del tronto, Comune di San Benedetto del Tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/fz3





logoEV
logoEV