Il Consiglio comunale approva il nuovo Piano di spiaggia

4' di lettura 24/03/2010 - Meno di tre ore e mezza per approvare una serie di importanti delibere, tra cui il nuovo Piano di spiaggia e il regolamento per l’installazione delle antenne di telefonia mobile: lunedì 22 marzo il Consiglio comunale di San Benedetto ha approvato questi ed altri importanti provvedimenti, compresa una modifica al regolamento per l’esercizio del servizio taxi e la proposta di “traslare” altrove una lottizzazione in via Carnia, onde consentire la realizzazione della “bretella” Santa Lucia - Ponterotto («finanziare quest’opera non sarebbe affatto gravoso per la Regione Marche», ha affermato il sindaco Gaspari).


«Si tratta di un documento molto importante, che dà regole certe in vista della prossima stagione estiva», ha affermato il sindaco Gaspari a proposito del nuovo Piano di spiaggia, «Il Piano è uno strumento che interagisce e si integra con lo sviluppo di tutta la città. Siamo arrivati al punto di equilibrio più alto possibile e ad una condivisione ampia, unanime, dei suoi contenuti. Stiamo dotando la città di uno strumento necessario per rispondere alle sfide dei tempi, e per consentire agli operatori di fare lavori altrettanto necessari in vista dell’estate. Nel corso di un lungo iter abbiamo ascoltato operatori, associazioni di categoria, cittadini. I nostri uffici hanno svolto un gran lavoro. Vorrei quindi ringraziare l’ing. Polidori, l’ing. Cicchi, l’arch. Zazio e tutti i loro collaboratori». Il Consiglio si è espresso sulle 70 osservazioni pervenute da parte dei vari “portatori di interesse”.

Espresso un indirizzo per la messa a norma dello stadio “Riviera delle palme” nell’ambito di un’operazione che prevede anche la copertura dell’intero impianto e l’installazione di pannelli solari. Nelle prossime settimane verrà emesso il bando pubblico.

In apertura di seduta il consigliere Fernando Palestini ha ricordato la “Giornata mondiale dell’acqua”, citando alcune cifre sulla tragedia della mancanza d’acqua in varie zone del mondo. Il difensore civico avv. Stefania Tomassini, assente per malattia, ha comunque diffuso una relazione scritta sull’attività svolta nell’ultimo anno in Comune.

In apertura di seduta, in risposta ad un’interrogazione sulla sicurezza nelle scuole, il sindaco Gaspari ha riferito dei tempestivi interventi effettuati nelle scuole “Marchegiani” e “Zona Nord” a seguito di incidenti causati da negligenza delle ditte incaricate di alcuni lavori, e di un programma straordinario di manutenzione avviato in aggiunta a quello costante effettuato dai tecnici comunali ogni anno. Sulla questione dell’eredità Ottaviani ha invece tenuto una lunga relazione il vicesegretario comunale Roberto De Berardinis, che ha espresso dubbi sulla possibilità di accedere a quel patrimonio.

Recepiti in bilancio alcuni finanziamenti ricevuti dal Comune: 100 mila euro dalla Regione Marche per i centri commerciali naturali; 25 mila euro dall’ERAP per riqualificare le vie Luciani e Baccelli; 80 mila euro dal Consorzio Bacino Imbrifero per servizi nei pressi della palestra “Sabatino D’Angelo” in zona Agraria (la cui gestione è stata proprio ieri sera affidata dal Consiglio all’associazione sportiva “Agraria Club”). Inoltre, sempre dalla regione Marche arriveranno 765 mila euro per lo scalo di alaggio e 160 mila euro per il parcheggio scambiatore. Poi 363 mila euro per il PIT, Progetto Integrato Territoriale, per la torre del porto in zona Sentina e per il Museo del Mare. Oltre 160 mila euro sono stati stanziati per il dragaggio del porto e il ripascimento della spiaggia e oltre 1,2 milioni di euro dalla Comunità Europea per il porto.

Giuseppe Spinozzi è il terzo revisore dei conti del Comune di San Benedetto, eletto con una maggioranza di 15 voti dopo il pronunciamento del TAR che aveva costretto il Consiglio a rinominare un componente del collegio. Il punto riguardante l’affidamento a privati del servizio di pubblica illuminazione è stato ritirato ma tornerà in Consiglio entro aprile, come ha specificato il sindaco Gaspari.

Via libera al Piano Energetico Ambientale Comunale e alla “riforma” del regolamento comunale per l’esercizio del servizio taxi. Per quest’ultimo, un emendamento presentato dal Sindaco concede, in caso di guasto al veicolo principale, la possibilità di svolgere l’attività con un taxi sostitutivo per un massimo di 4 mesi.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2010 alle 19:57 sul giornale del 25 marzo 2010 - 825 letture

In questo articolo si parla di politica, san benedetto del tronto, Comune di San Benedetto del Tronto, piano di spiaggia





logoEV