Mosca e Listrani (La Destra): \'discriminati nelle opportunità di visibilità\'

1' di lettura 23/03/2010 - Siamo stati discriminati rispetto ad altri candidati de La Destra di Storace riguardo alle occasioni di visibilità offerte dalla presenza del candidato del Pdl alla Presidenza della Regione Marche Marinelli nelle nostre zone di competenza.


\"Mentre altri candidati de La Destra hanno tempestivamente ricevuto dalla sua segreteria le comunicazioni inerenti il suo arrivo a San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, a noi non è pervenuto nulla fino a ieri, pur avendo correttamente fornito i nostri riferimenti e-mail e telefonici\".

Questo quanto dichiarato da Lucia Mosca e Marco LIstrani, candidati de La Destra di Storace alle regionali del 28-29 marzo 2010 per il Consiglio della Regione Marche, rappresentanti delle zone di San Benedetto del Tronto e Grottammare.

Particolarmente in una occasione è stata lamentata l\'assenza di comunicazione da parte della segreteria di Marinelli, che avrebbe invece dato corrette informazioni ad altri candidati de La Destra.

\"Marinelli - spiegano Mosca e Listrani - è stato presente a San Benedetto del Tronto in occasione del mercato. Nessuno di noi due è stato avvisato mentre la comunicazione in oggetto è stata ricevuta da un altro candidato de La Destra per l\'area ascolana\".

Un fatto, questo, inspiegabile secondo i due candidati, che hanno invece ricevuto per e-mail comunicazioni di altro genere dalla segreteria di Marinelli.
Domenica mattina, dopo le prime manifestazioni di malcontento, è pervenuta ai due candidati la comunicazione inerente la presenza del candidato alla Presidenza della Regione Marinelli al teatro Concordia di San Benedetto del Tronto.

\"Ovviamente - concludono - non puntiamo il dito contro nessuno, ma di certo in questo modo la nostra campagna elettorale è stata una campagna elettorale a metà, dopo aver investito tempo e denaro\".





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2010 alle 02:02 sul giornale del 23 marzo 2010 - 883 letture

In questo articolo si parla di politica





logoEV