Alla Sentina, nuovo appuntamento con \'Puliamo il mondo\'

legambiente 2' di lettura 26/09/2009 - Da molti anni -scrivono i due circoli Legambiente di Ascoli e di San Benedetto- la zona della Sentina è un’importante zona umida da tutti riconosciuta come ad alto valore naturalistico, classificata come SIC (Sito di Interesse Comunitario) e ZPS (Zona di Protezione Speciale) dalla Regione Marche per conto dell’Unione Europea.

Certo, tutta l’area attualmente necessita di interventi di ripristino ambientale e di valorizzazione che contribuiscano a restituire alla Sentina quelle caratteristiche che la rendevano un tempo un luogo straordinario, che non ha eguali lungo tutta la costa adriatica.


A partire dal 2004, dopo anni e anni di battaglie, le associazioni ambientaliste Legambiente e LIPU e l’attuale Presidente della Riserva, Pietro D’Angelo, hanno ottenuto dalla Regione Marche il riconoscimento della Sentina come Riserva Naturale Protetta, attirando in questo modo dei sostanziosi finanziamenti e iniziando a compiere dei miglioramenti ambientali e un’attività di sensibilizzazione sulle potenzialità e sulle problematiche della zona.


Tra gli interventi più importanti realizzati dalla Riserva in questi anni vi è ad esempio la riqualificazione del Fosso Collettore, un’opera di rinaturalizzazione all’avanguardia che ha richiesto anche un sostanziale impegno economico.


Per sottolineare ancora una volta le enormi potenzialità della Sentina come volano per un rilancio turistico ed anche economico del nostro territorio, Domenica 27 Settembre si terrà l’iniziativa Puliamo il Mondo alla Sentina. Ricordiamo –scrivono ancora i due Circoli- che Puliamo il Mondo (Clean Up the World) è la più grande iniziativa di volontariato ambientale a livello planetario, e che la sua versione italiana è coordinata da Legambiente in tutto il territorio nazionale.


Tra le attività previste da questa giornata di volontariato ambientale che si svolgerà nell’area della Riserva, ci sono la ripulitura dell’area, una passeggiata naturalistica, il monitoraggio di alcune specie di uccelli (Fratino) e della eventuale presenza di tartarughe marine (impronte sulla spiaggia). All’iniziativa aderiscono anche le associazioni LIPU, La Meridiana, L’Unione Italiana Ciechi e gli Amici della Bicicletta e molte altre.


L’appuntamento è per le ore 10, alla fine di Via del Cacciatore, per iniziare la ripulitura di tutta l’area della spiaggia, dal Fosso collettore fino alla foce del Fiume Tronto, e delle zone intorno al Torrione saraceno e al casolare maggiore. A tutti i partecipanti verrà distribuito un kit per la ripulitura comprendente una sacca, dei guanti, un cappellino.


da Legambiente San Benedetto del Tronto




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2009 alle 13:27 sul giornale del 26 settembre 2009 - 882 letture

In questo articolo si parla di attualità, legambiente, san benedetto del tronto, ascoli piceno, puliamo il mondo





logoEV
logoEV