Grottammare: Vagnarelli, \'Andiamo... è tempo di iniziare\'

grottammare 4' di lettura 15/09/2009 - Lunedì 14 settembre con il suono della prima campanella iniziano le lezioni dell’a.s. 2009-10 per i 680 alunni della Direzione Didattica di Grottammare con 2 giorni di anticipo rispetto al calendario regionale.

Lo storico edificio della scuola Primaria G. Speranza di Grottammare, riaprirà il grande portone che accoglierà come in un abbraccio 417 bambini che festosamente si avvieranno a trascorrere un nuovo anno scolastico; alle 8,20 gli alunni delle prime classi si ritroveranno con le docenti dell’infanzia e le nuove della primaria nel parco delle Rimembranze, adiacente all’edificio scolastico, per un momento di accoglienza ai 92 alunni che formeranno le 4 classi prime. A questa cerimonia d’ingresso parteciperanno docenti, genitori ed alcuni alunni delle classi quinte per porgere gli auguri di benvenuto.

Nello stesso giorno riaprirà la scuola dell’Infanzia di via Cesare Battisti che accoglierà 263 bambini in ambiente addobbati e festosi per accoglierli al meglio nel primo giorno di scuola e per i più piccoli di distacco dai genitori. I bambini nuovi di 3 anni ed anticipatari sono 105 di cui 23 compiranno i 3 anni entro il 30 aprile 2010. La Direzione Didattica ha voluto dare risposte positive alle attese dei genitori accogliendo tutte le domande d’iscrizione attraverso uno sforzo considerevole da parte di tutto il personale scolastico nella direzione della qualità pedagogica, flessibilità e specificità dell\'offerta educativa in coerenza con la particolare fascia di età interessata.

Tutti i docenti e non docenti, facenti parte dell’organico di fatto, sono stati assegnati alle 19 classi della scuola primaria e alle 9 sezioni dell’infanzia; l’organico dell’istituzione scolastica è composto da 40 docenti della scuola primaria, 20 docenti dell’infanzia, 11 collaboratori scolastici, 3 assistenti amministrativi e 1 dsga . Le richieste delle famiglie per il riconoscimento del tempo pieno per la scuola primaria sono state accolte e funzioneranno 7 classi a 40 ore settimanali e 12 classi a tempo normale a 27 e 30 ore.


La scuola dell’infanzia funzionerà con un orario a 40 ore settimanali dal lunedì al venerdì per 8 ore al giorno. Alcuni alunni stranieri hanno accolto l’invito della scuola primaria per un corso di alfabetizzazione sulla lingua italiana tenuto da docenti interni iniziato il 7 di settembre ’09 e continuerà durante l’anno scolastico secondo il progetto accoglienza. Tutto è pronto quindi per iniziare al meglio, il personale della scuola ha lavorato nei mesi di sospensione delle attività didattiche per offrire ai bambini: spazi, tempi, percorsi didattici e progettualità il più possibile rispondenti ai loro bisogni e a quelli delle loro famiglie.


Diverse sfide ci attendono per rispondere meglio al compito educativo, di formazione e istruzione, che caratterizza il nostro operato. Sono sfide molto impegnative in un contesto non sempre favorevole, con risorse finanziarie limitate e dovranno essere affrontate in un clima costruttivo e sempre improntato a serenità e laboriosità. Quella serenità che deriva dalla consapevolezza della responsabilità di essere educatore che non rifugge dal confronto professionale e sa di avere in affido “un materiale nobile”: le nuove generazioni.

Le innovazioni, i cambiamenti, costituiscono, non da oggi, fattori di sviluppo per tutti e si affrontano percorrendo la strada con innovazione, con atteggiamenti sempre aperti alla ricerca, con continua e costante attenzione agli alunni e con una rete di solidarietà educativa tra scuola, famiglia, ente locale e le altre agenzie educative del territorio.

La costruzione di una scuola basata sulla “scoperta continua” per gli alunni e per i docenti può avvenire solo in un clima di serenità relazionale, sociale e istituzionale. Migliorare la relazione educativa è premessa indispensabile per un efficace apprendimento. Continuerò ad operare in tal senso perché un clima costruttivo è condizione indispensabile per garantire agli alunni “accompagnamento” nell’apprendimento dei “saperi” e nella costruzione di relazioni interpersonali positive e arricchenti.

E’ compito di ciascun adulto,docente, genitore, trasmettere i valori che stanno alla base della nostra società e il bisogno di un rapporto con i “saperi” caratterizzato da studio e passione allo studio come miglior investimento della propria vita, per sé e per la propria comunità. È l\'augurio che desidero esprimere a docenti, alunni e genitori affinché la scuola rappresenti davvero il luogo per la crescita umana, sociale e civile, del benessere e si animi dei valori condivisi della comunità territoriale ancorandosi saldamente ad orizzonti europei.

L\'avvio dell\'anno scolastico è sempre un momento emozionante e importante perché rappresenta per tutti l\'inizio di un progetto di crescita. Perciò auguro agli alunni,ai genitori e a tutto il personale della scuola, al personale esterno messo a disposizione dall’amministrazione comunale un sereno e proficuo anno scolastico da vivere in un clima di solidarietà e collaborazione con l\'affetto di chi in questa scuola si impegna per favorire la maturazione di frutti cognitivi di qualità, per valorizzarli e per sostenere il pieno sviluppo degli alunni alimentandolo continuamente con la ricchezza di senso educativo. Buon anno scolastico!

Il Dirigente Scolastico
( Prof. Franco Vagnarelli)


da Comune di Grottammare
www.comune.grottammare.ap.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2009 alle 17:32 sul giornale del 15 settembre 2009 - 1264 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, grottammare, Comune di Grottammare





logoEV