Powerboat: dominio Azzurro

power boat 3' di lettura 06/07/2009 - Domino italiano nella classe Evolution della Sprint Race del Campionato Mondiale di Powerboat P1, in corso di svolgimento presso il porto della Marina di San Benedetto
del Tronto.

Una gara entusiasmante quella della prima giornata nelle Marche, la terza tappa, dopo quelle disputate a Malta ed in Turchia, delle sei previste dal circuito internazionale, caratterizzata da un testa a testa tra il Team Snav OSG e il Cigarette Smash Poker.

Il successo è andato al Team napoletano Snav OSG del proprietario e pilota Giancarlo Cangiano e del suo compagno Giovanni Carpitella davanti a Cigarette Smash Poker di Luca Formilli Fendi e Matteo Nicolini che, grazie ai 90 punti ottenuti con il secondo posto, balzano in testa alla Classifica Mondiale con due punti di vantaggio su
Silverline, ultimo nell\'ordine d\'arrivo.

Dopo un dominio piuttosto netto per oltre cinque giri del Team guidato da Formilli Fendi, grazie anche a un piccolo errore nella fase iniziale di Cangiano, un testa coda a
due giri dal termine ha riaperto completamente i giochi con Snav Osg prontissimo ad approfittare e ad agguantare il primato in questo sabato di gare. Dietro di loro il vuoto riempito solo in parte dall\'eroe locale Marco Pennesi sulla sua imbarcazione Metamarine che ha lottato fino al terzo giro, girando in seconda posizione alla prima
boa, prima di alzare bandiera bianca di fronte allo strapotere odierno dimostrato dal duo di testa. Quarto Cranfields Wine, che ha tenuto testa a Pennesi per buona parte
della gara. Staccati invece Lucas Oil e gli stessi Silverline, ex leader della classifica Mondiale. Non ha partecipato alla corsa per problemi tecnici il Team Furnibo.

Sventola la bandiera italiana anche la classe SuperSport, con il campione del mondo in carica Angelo Tedeschi del Team Ukrainian Spirit, che si è tenuto alle spalle, insieme al compagno Aaron Ciantar, il trio italiano di Baia Attolini formato da Stefano Acanfora, Renato Guidi e Roy Capasso. Terza Iko Casa portata dal duo femminile
maltese Audrien Ciantar e Shelley Jory.

DICHIARAZIONI DEL POST GARA

Giancarlo Cangiano - Team Snav OSG
Il doppio errore. \"In un incontro di boxe i cazzotti si danno e si prendono. Per tentare di superare Cigarette siamo incorsi in uno spin out, e loro pressati da noi hanno
commesso lo stesso errore. È successo nella stessa boa a conferma della difficoltà di quel passaggio. Ciò dimostra forse che abbiamo assetti simili.\"
Rischi calcolati. \"Ho detto a Luca di essermi accorto di essere un pilota quando ho iniziato a tenere aperto il gas durante un testacoda. Come si dice nelle corse “se seii ncerto, tieni aperto”, ed è quello che ho fatto\"
Sui rivali. \"Come velocità di punta siamo tutti allo stesso livello, ma l\'accelerazione di Cigarette in partenza è impressionante.\"
La crescita di Pennesi e la sua Metamarine. \"Oggi Pennesi aveva accanto un throttleman vero, che gli ha permesso di arrivare testa a testa con noi alla prima boa.\"
Orgoglio nazionale. \"Siamo felici di questo dominio italiano, ma soprattutto fieri che tutto il panorama internazionale ci veda al top sia in gara che come organizzazione
complessiva.\"

Luca Formilli Fendi - Team Cigarette Smash Poker
Sull\'errore che ha pregiudicato la gara. \"Sono pienamente d\'accordo con Giancarlo. L\'approccio alla boa dove abbiamo commesso entrambi l\'errore ci ha creato molte
difficoltà. Era una situazione complessa, soprattutto per la grande velocità che precedeva l\'ingresso in curva\".
Battaglia fino all\'ultimo. \"Senza lo spin out saremo arrivati ingaggiatissimi per un finale bellissimo. Dopo il suo errore iniziale abbiamo guadagnato circa 15 secondi poi
loro hanno cominciato a rosicchiarci metri giro dopo giro. Erano più veloci di noi in curva\".

Angelo Tedeschi - Team Ukrainian Spirit
Sull\'ennesimo successo di un Campione del Mondo. \"Ogni vittoria è sudata. In SuperSport c\'è grande equilibrio. Se non riesci a fare una gara perfetta diventa difficile portare a casa la vittoria. Per i sorpassi siamo spesso costretti ad attendere l\'errore di qualcun altro.”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-07-2009 alle 17:10 sul giornale del 06 luglio 2009 - 1094 letture

In questo articolo si parla di sport, powerboat