Imprenditori balneari a raccolta contro la crisi

giuseppe ricci 2' di lettura 21/02/2009 - Lunedì 23 febbraio alle ore 16,30 presso l\'Hotel Villa Corallo di San Benedetto del Tronto l\'ITB Italia incontrerà gli imprenditori turistici balneari della provincia di Ascoli Piceno.

L\'argomento principale che verrà discusso nell’incontro con la categoria, sarà la situazione di crisi che sta investendo il comparto balneare, preoccupazione aggravata dalla mancata approvazione del provvedimento predisposto dal Governo, in occasione del Tavolo Tecnico del 25 novembre 2008, coordinato dall\'on. Vittoria Michela Brambilla che, nell’occasione aveva promesso una risoluzione in tempi rapidi. Seguiranno la discussione delle problematiche locali del settore turistico e la presentazione del numero 1 del giornale “ITB Italia News” che verrà distribuito in occasione della fiera Balnearia.


Purtroppo ancora oggi, a pochi giorni dall\'apertura delle attività turistiche balneari, non ci sono novità rassicuranti a tal riguardo, soprattutto per quanto concerne i canoni applicati alle pertinenze demaniali che sono scaturiti dall’applicazione dei parametri fissati dal articolo 1 comma 251 della legge finanziaria per il 2007 . Come è noto alcuni imprenditori da due anni corrispondono con enormi difficoltà, un canone demaniale insostenibile che è stato aumentato di circa 10-15 volte. Se non ci sarà la definitiva approvazione da parte del Governo del documento contenente le proposte delle Regioni e associazioni di categoria, gli imprenditori si troveranno per forza di cose nelle condizione di non poter corrispondere quanto richiesto con il rischio reale della perdita della concessione. L\'associazione ITB Italia pertanto chiede la collaborazione e la partecipazione di tutti gli imprenditori turistici balneari per decidere quali iniziative attivare al fine di sensibilizzare il Governo affinché risolva il tutto prima della stagione estiva e prima che vengano emanati gli introiti da parte dei Comuni per il pagamento dei canone demaniale del 2009.


Inoltre il settore turistico balneare ha bisogno di una regolamentazione certa che lo tolga dalla palude delle incertezze e della precarietà che nel nostro caso non riguarda il solo lavoratore stagionale ma addirittura la precarietà della stessa impresa. Occorrerà insistere fino a quanto otterremo il reale riconoscimento della nostra impresa turistica rimasta solo scritta nella legge 135/2001. La prima di queste iniziative che impegnerà la nostra associazione per mettere all’attenzione del Governo le problematiche ancora irrisolte sarà il convegno che abbiamo organizzato per il giorno 2 marzo alle ore 10,30 nella sala Bernini della fiera “Balnearia” di Marina di Carrara. L\'appuntamento in fiera è di fondamentale importanza, data l\'enorme rilevanza che ha Balnearia per il settore turistico balneare, è inutile ribadire la necessità che tutti gli imprenditori turistici balneare dovranno essere presenti.


da Giuseppe Ricci
Imprenditori Turistici Balneari




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2009 alle 18:22 sul giornale del 21 febbraio 2009 - 1129 letture

In questo articolo si parla di attualità, Imprenditori Turistici Balneari





logoEV