Ricci e Del Zompo incontrano Solazzi per il problema dei canoni demaniali

itb 3' di lettura 14/02/2009 - Lunedì 9 febbraio il presidente ITB Giuseppe Ricci e il responsabile Centro Italia Emidio Del Zompo hanno partecipato presso la Regione Marche a un importante incontro tra i rappresentanti del comparto turistico, dirigenti del settore e l\'assessore al turismo Vittoriano Solazzi. 

L\'argomento all\'ordine del giorno è stato la preoccupante situazione di stallo in cui versa la nostra categoria di imprenditori turistici balneari. A pochi giorni dalla riapertura delle attività, infatti, non è ancora possibile sapere l\'incidenza del canone demaniale a causa della mancata approvazione del protocollo d\'intesa tra lo Stato, le Regioni e le associazioni di categoria.

L\'approvazione del documento, tuttavia ancora migliorabile, potrebbe da subito sanare una situazione incredibile e insopportabile in cui si sono venute a trovare la stragrande maggioranza delle attività esistenti sulle spiagge italiane dopo l\'approvazione dell\'art.1, comma 251 della legge 27/12/2006 n. 296. Pertanto è stata rinnovata una sollecitazione al ministro dell\'Economia e delle Finanze Giulio Tremonti affinché approvi urgentemente il provvedimento anche in considerazione delle notevoli difficoltà che ha chi deve programmare gli investimenti anticipatamente senza conoscere il costo reale della gestione della propria attività. A questi investimenti “al buio” vanno poi aggiunti altri fattori di rischio come maltempo, fenomeni ambientali e ecologici, senza menzionare la crisi economica che sta coinvolgendo tutto il mondo.

Alla luce di questi elementi, la richiesta del Presidente dell\'ITB Giuseppe Ricci al tavolo tecnico in Regione è stata quella di classificare le spiagge marchigiane nella categoria della normale valenza turistica, ottenendo così un canone che rappresenterebbe le reali potenzialità delle spiagge della nostra regione. Così facendo non andrebbero disperse considerevoli risorse economiche necessarie poi a migliorare i servizi, le strutture e le attività di accoglienza per il turista. Grazie a tutto ciò l\'indotto collegato ad esso ed al mondo dell\'occupazione del lavoro e dell\'economia marchigiana ne trarrebbe sicuramente beneficio.

Una richiesta molto sentita dal presidente Ricci è stata presentata all\'incontro, affinché tutti gli imprenditori turistici balneari possano avere le stesse possibilità necessarie a sviluppare strutturalmente tutte le attività turistiche balneari e permettere di dare a tutti la possibilità di dare i servizi necessari con le stesse opportunità e con le stesse inequivocabili regole evitando il classico “figli e figliastri”.

Così facendo in diverse località avvengono “discriminazioni” per alcuni imprenditori turistici balneari (così definiti dalla legge 135 del 2001) che non possano adeguarsi neanche a quanto prevede le norme di attuazione della stessa legge per gli stabilimenti, solo per volontà di amministratori locali che non recepiscono il lavoro incentivante che le nostre strutture possono dare allo sviluppo economico locale disconoscendo oltretutto le disposizioni emanate dallo stato (vedi Senigallia).

Altre sollecitazioni ci sono state affinché vengano effettuati interventi urgenti mirati a salvaguardare le spiagge sopratutto quelle destinate esclusivamente al turismo balneare di modo che si possano investire le necessarie risorse economiche per limitare i danni prodotti dalla erosione della costa.

Perciò i vertici dell\'ITB sono rimasti molto soddisfatti della disponibilità e della partecipazione dimostrata dall\'assessore Solazzi alle problematiche del settore, il quale ha condiviso le preoccupazioni degli operatori con la promessa di continuare la strada intrapresa dando continuità al tavolo di lavoro allo scopo di programmare azioni e risoluzioni idonee a rilanciare il turismo balneare e sostenendo le richieste degli operatori che operano nell\'interesse comune per il rilancio del comparto turistico balneare.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2009 alle 22:27 sul giornale del 14 febbraio 2009 - 1313 letture

In questo articolo si parla di economia, associazione italiana imprenditori turistici balneari