Il Presidente Rossi su la nomina a commissario di Piceno Consind

Massimo Rossi 2' di lettura 05/02/2009 - Non so a quali particolari fonti informative attinga l’on. Agostini per affermare che la nomina a commissario del Piceno Consind del Presidente pro tempore della Provincia rappresenti “una ciambella di salvataggio” per il sottoscritto.

Ho un miliardo di cose da fare oggi e da progettare per il domani, fuori e dentro la vita politica, e si può immaginare quanto spazio abbia nei miei pensieri la prospettiva di occupare la poltrona di presidente del Consorzio di industrializzazione. Dal Congo, da dove scrivo queste righe, mi sembrano così distanti certi esercizi di dietrologia biliosa: da qui, dove la gente e le autorità locali hanno tanti problemi, spesso di sopravvivenza, da affrontare, certa politica, avida ed arida, appare ancor più misera.


Tornando alla nomima, di cui ho appreso telefonicamente mentre ero già in viaggio, al momento posso assicurare una sola cosa: con spirito di servizio e senso del dovere, nonostante i numerosi impegni di questa fase, una volta messi a fuoco compiti e limiti del mandato, nel breve tempo che ci separa dalla verifica elettorale lavorerò per fornire a tutti gli attori istituzionali, socioeconomici e sindacali interessati al futuro del Consorzio un quadro il più possibile completo di conoscenza della situazione affinché si possano assumere le decisioni più utili e condivise per il futuro territorio.


In questo compito non parto da zero, ma potrò avvalermi del prezioso lavoro sin qui svolto dal presidente Domenico Re. Solo con un approfondita conoscenza dei problemi è infatti possibile esprimere opinioni sensate e assumere le migliori decisioni. A questo proposito mi fanno specie coloro che si affrettano a lanciare proclami: da un lato invidio le loro certezze, dall’altro mi inquieta che queste persone ricoprano ruoli pubblici e siano sempre alla ricerca di nuovo potere. Magari sono persone che si farebbero in quattro per svolgere compiti come questo che, invece, vivo con la preoccupazione che deriva dal senso di responsabilità.


da Massimo Rossi
presidente della Provincia di Ascoli Piceno




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2009 alle 01:01 sul giornale del 05 febbraio 2009 - 872 letture

In questo articolo si parla di politica, Provincia Ascoli Piceno, massimo rossi





logoEV
logoEV