...

Molto c’è da fare per portare l’Italia ad una più alta vivacità imprenditoriale. Il rapporto GEM (Global Entrepreneurship Monitor) 2017/2018, evidenzia come l’Italia sia al 51esimo posto nel ranking mondiale su 54 paesi censiti per tasso di attivazione imprenditoriale, calcolato come percentuale dei nascenti imprenditori e imprenditori che hanno attivato un business negli ultimi 42 mesi sul totale della popolazione in età da lavoro.


...

I Gruppi di Azione Locale (GAL) Leader, finanziati dall’Unione Europea nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale (PSR), iniziano nel 2018 la loro operatività a valere sui fondi del settennio 2014-20, lanciando nuovi bandi per agevolare lo start-up e lo sviluppo di attività extra-agricole nelle aree rurali con una particolare attenzione ai territori colpiti dal sisma.


...

La finalità dell’intervento è la concessione di incentivi a sostegno della creazione di nuove imprese, nuovi Studi Professionali, Singoli e/o Associati e dei Liberi professionisti, aventi sede legale e/o sede operativa nel territorio della Regione Marche. Le nuove realtà di cui sopra devono costituirsi dopo la presentazione della domanda di finanziamento.


...

Il Bando sostiene la progettazione e realizzazione dei seguenti interventi, che devono essere compresi tra quelli suggeriti dalla diagnosi energetica (eseguita secondo le specifiche del D.Lgs. 102/2014) o previsti dal sistema di gestione dell’energia conforme alla norma ISO 50001.




...

Il collegato fiscale (in vigore dal 5 dicembre 2017) e la legge di Bilancio 2018 (in vigore dal 1° gennaio 2018) approvati recentemente dal parlamento contengono interessanti novità per le imprese ubicate all’interno del cratere sismico centro Italia colpito dal terremoti ad agosto ed ottobre 2016 e gennaio 2017. Ne riepiloghiamo di seguito le novità più rilevanti.



...

Con la chiusura del 2017 il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno ha salutato il proprio Comandante, Colonnello Massimo Patrizio PAOLUZI, che pur avendo raggiunto i limiti di età previsti, era stato ulteriormente trattenuto in servizio altri sei mesi dal Comando Generale, per seguire e coordinare la difficile fase creatasi col terremoto a seguito della quale c’era stato l’immediato trasferimento delle Fiamme Gialle presso la nuova sede di Palazzo Catenacci, causa l’inagibilità intervenuta sulla precedente caserma.