Verducci (PD): "Fioravanti e Acquaroli a cena fascista atto indegno, sfregio a Piceno e Italia"

1' di lettura 30/10/2019 - La serata organizzata ad Acquasanta Terme da Fratelli d'Italia per celebrare l'anniversario della marcia fascista su Roma è un fatto gravissimo e oltraggioso. La provincia di Ascoli Piceno è medaglia d'oro al valore della Repubblica per l'eroismo dei partigiani che combatterono sui nostri monti per liberare l'Italia dalla tirannide fascista e dall'occupazione nazista.

Quanto accaduto è uno sfregio all'Italia e alla Repubblica nata dall'antifascismo grazie al sacrificio estremo di tanti partigiani e alla volontà di riscossa dei cittadini. Il fatto che a quella serata, dove campeggiavano in ogni tavolo volantini con effigie di Mussolini, fascio littorio e motti fascisti abbinati al logo di Fratelli d'Italia, abbiano partecipato il Sindaco di Ascoli Fioravanti, il deputato Acquaroli, il Presidente del Consiglio comunale di San Benedetto del Tronto Chiarini, è qualcosa di indegno e vergognoso.

Il fascismo è un ideologia di morte. L'apologia di fascismo è un reato. Fioravanti, Acquaroli e chiunque altro con responsabilità istituzionali fosse presente abbia il ritegno e la dignità di chiedere scusa ai cittadini piceni e italiani per questo comportamento indegno. Il neofascismo è un pericolo, va denunciato e condannato con fermezza assoluta.

Da Senatore Pd Francesco Verducci, vice Presidente Commissione Cultura






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2019 alle 15:23 sul giornale del 31 ottobre 2019 - 315 letture

In questo articolo si parla di politica, san benedetto, ascoli, Dal Sen. Francesco Verducci - PD

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcfG





logoEV