Calcio: Samb, trasferta impegnativa per i rossoblu di scena a Bolzano contro il Sudtirol. Si giocherà domenica alle h.16:30

06/04/2019 - Il tecnico Magi contro i biancorossi dovrebbe confermare l’undici che ha pareggiato contro la Virtus Verona. Uno tra Russotto e Di Massimo dovrebbe affiancare Stanco in attacco. Non convocati Calderini e Cecchini.

Dopo l’opaco pareggio di domenica scorsa contro la Virtus Verona, la “Magi band” domenica 7 aprile sarà di scena al Druso di Bolzano dove affronterà il Sudtirol in una gara valevole per la quindicesima giornata di ritorno del campionato di serie C girone B. E’ inutile sottolineare che, se i rossoblu vogliono disputare i play off, attualmente sono decimi in graduatoria, dovranno tornare da Bolzano con almeno un punto, compito difficile ma non impossibile visto che al Druso quest’anno i biancorossi hanno vinto soltanto 6 gare, mentre nelle ultime quattro hanno uno score di 2 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta, dunque è lecito sperare in un risultato positivo. All’andata i rossoblu si imposero per 1-0 grazie ad una rete di Di Massimo.

Soffermandoci brevemente sull’avversario di turno, i ragazzi di mister Zanetti sono quinti in classifica con 51 punti, frutto di 12 vittorie, 15 pareggi e 6 sconfitte con 39 reti fatte e appena 25 subite ed hanno la seconda miglior difesa del torneo insieme a quella della Fermana. I punti di forza della squadra biancorossa sono i difensori Oneto, Vinetot e Tait, i centrocampisti Morosini, Fink, Antezza e l’ex rossoblu Brerardocco, gli attaccanti Romero, Turchetta e De Cenco. Il giovane tecnico Paolo Zanetti che predilige giocare con il 4-3-3, ha plasmato una squadra a sua immagine e somiglianza, molto compatta ma soprattutto fisica e qualitativa nonché propositiva sia in trasferta che in casa, tra l’altro domenica scorsa ha bloccato sullo 0-0 la capolista Pordenone a domicilio.

Per quanto riguarda i rivieraschi il tecnico pesarese Magi, che deve fare a meno dei lungodegenti Zaffagnini, Di Pasquale e Brunetti, non ha convocato per la trasferta altoatesina Calderini che sta vivendo un momento di appannamento e deve recuperare, a detta del tecnico, la condizione fisica e psicologica, mentre rimarrà a San Benedetto anche Cecchini non al meglio della condizione fisica. Per quanto riguarda l’undici da mandare in campo contro gli uomini di Zanetti, in linea di massima verranno confermati coloro che hanno pareggiato contro la Virtus Verona, entrando nello specifico Sala sarà l’estremo difensore, Celjak, Miceli e Biondi i tre difensori centrali, Rapisarda, Rocchi, Gelonese, Ilari (Signori) e Fissore i cinque di centrocampo, mentre in avanti saranno in due a contendersi una maglia da titolare e cioè Russotto e Di Massimo per affiancare Stanco.

Dall’altra parte il tecnico dei biancorossi Paolo Zanetti dovrebbe confermare modulo (4-3-3) ed interpreti di Pordenone e proporre questo il probabile undici iniziale: l’estremo difensore sarà Nardi, i quattro difensori dovrebbero essere Tait, Pasqualoni, Vinetot e Fabbri; i tre centrocampisti Fink, De Rose e Morosini, mentre le tre punte Mazzocchi, Romero e Turchetta.

A dirigere Sudtirol Samb sarà il signor Marco Ricci di Firenze. Il fischio d’inizio è fissato per le H.16:30 di domenica 7 aprile.

Per concludere queste alcune dichiarazioni di mister Magi alla vigilia della gara contro il Sudtirol. ” Domenica affronteremo una squadra forte in quello che può essere già un anticipo dei play off, visto che loro sono in quinta posizione e noi decimi. Il Sudtirol ha una struttura ben consolidata e dà continuità al progetto tecnico da due anni. L’incognita siamo noi, abbiamo voglia di uscire da questo momento e metterli in difficoltà.

Dobbiamo fare una grande partita, siamo consapevoli di questo e ci siamo preparati per questo. Il Sudtirol ha grande intelligenza tattica e sa adattarsi a diversi schieramenti a partita in corso. Per gran parte della stagione ha giocato con il 3-5-2 ma probabilmente, quello schieramento era diventato prevedibile e l’allenatore ha deciso di passare ad un 4-3-3 per cambiare le carte in tavola.

Credo che l’aspetto fisico possa fare la differenza. Sarei contento se la squadra riuscisse a rimanere in partita non per 45 minuti, come successo domenica scorsa, ma per tutta la gara.

Spero che i giocatori possano viverla in maniera spensierata, sapendo di poter andare a Bolzano a giocare la nostra partita. Se arriviamo corti negli ultimi 20 minuti, la partita mi direbbe che siamo sulla strada giusta mentre domenica scorsa negli ultimi 20 minuti si sentiva che avevamo paura di prendere il secondo gol. Se facciamo una buona partita in trasferta ci può dare più coraggio”.


di Marco De Berardinis
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 06-04-2019 alle 14:21 sul giornale del 08 aprile 2019 - 382 letture

In questo articolo si parla di sport, sambenedettese calcio, noi samb, articolo, Marco De Bernardinis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6cU