Sport: Samb, nel turno infrasettimanale i rossoblu sono attesi dal difficile confronto del Romeo Galli contro l’Imolese. Si giocherà martedì alle h.20:30

4' di lettura 11/02/2019 - Il tecnico Roselli effettuerà un mini turnover contro i romagnoli. Probabili titolari Miceli, Fissore, Rocchi e Russotto. Si tornerà al 3-5-2

Giusto il tempo di archiviare l’immeritata sconfitta interna contro il Ravenna di sabato scorso, che i rossoblu adriatici tornano di nuovo in campo e lo fanno andando ad affrontare in trasferta i rossoblu dell’Imolese, vera sorpresa e terza forza del campionato. Per la settima giornata del girone di ritorno di serie C girone B, si affronteranno al Romeo Galli di Imola i rossoblu di mister Alessio Dionisi e quelli di mister Roselli. Un impegno proibitivo per la truppa del tecnico umbro contro un’Imolese in grande forma che viaggia con il vento in poppa, reduce tra l’altro, dalla vittoria esterna di Gubbio per 2-3.

Soffermandoci brevemente sull’avversario di turno, l’obiettivo dei romagnoli alla vigilia del campionato era quello di ottenere una salvezza tranquilla tenendo a debita distanza i play out, ma nel corso del torneo gli obiettivi sono cambiati, visto che si trovano in zona play off sin dall’inizio dello stesso e dunque stanno andando oltre le più rosee previsioni.

Attualmente l’Imolese occupa la terza piazza in graduatoria con 41 punti, frutto di 10 vittorie, 11 pareggi e sole 4 sconfitte ed ha il terzo miglior attacco del girone con 33 reti realizzate. Al Romeo Galli ha vinto 6 gare su 12 e non è stata mai sconfitta. Nel mercato di riparazione appena concluso, ha effettuato pochi acquisti per infoltire la rosa, infatti sono arrivati gli attaccanti Cappelluzzo e Tabacchi e il centrocampista Ranieri, a dimostrazione del buon organico messo a disposizione dalla società al tecnico Dionisi la scorsa estate.

I punti di forza di questa squadra sono senza dubbio i due attaccanti Giovinco, Lanini e Belcastro, i difensori Sciacca, Carini e Boccardi e i centrocampisti Mosti, Carraro e Valentini. Il tecnico Alessio Dionisi si affida al 4-3-1-2.

Nei cinque precedenti incontri disputati in terra romagnola, i rivieraschi hanno vinto 4 volte e sono stati sconfitti una sola volta. In questo torneo, all’andata finì 2-1 per i ragazzi di Roselli in rimonta, al goal di Lanini, risposero Stanco ed Ilari.

Per quanto riguarda la squadra, il tecnico Roselli che tornerà in panchina dopo la squalifica, potrà disporre di Fissore e Miceli che hanno scontato anche loro la squalifica ed effettuerà un mini turnover, vista la distanza ravvicinata con la gara di sabato scorso contro il Ravenna e molto probabilmente tornerà al più collaudato 3-5-2. Nello specifico, i rientranti Miceli e Fissore affiancheranno Zaffagnini nel tridente difensivo, a centrocampo potrebbero partire titolari Caccetta, Ilari e Rocchi affiancati sulle ali da Rapisarda a destra e Cecchini a sinistra, in avanti Calderini potrebbe essere affiancato da Russotto. Non sono partiti per Imola Brunetti, De Paoli e Panaioli.

Contro i romagnoli l’obiettivo è tornare a casa con almeno un punto dopo la sconfitta-beffa di sabato scorso.

Questi dunque i probabili interpreti che affronteranno l’Imolese: Pegorin tra i pali, i tre difensori centrali potrebbero essere Zaffagnini, Miceli e Fissore, i cinque di centrocampo Rapisarda, Caccetta, Rocchi, Ilari e Cecchini, i due attaccanti Calderini e Russotto.

Sulla sponda romagnola anche il tecnico Dionisi effettuerà un mini turnover, confermando però il 4-3-1-2 delle ultime settimane con questo probabile undici: Rossi; Sciacca, Boccardi, Carini, Varutti; Gargiulo, Carraro, Valentini; Mosti; Giovinco, Lanini.

L’arbitro dell’incontro sarà il signor Giovanni Nicoletti di Catanzaro. Il fischio d’inizio è fissato per le h.20:30 di martedì 12 febbraio.

Per concludere, queste alcune dichiarazioni di mister Roselli alla vigilia del match contro l’Imolese. “Quando le cose vanno male bisogna continuare ad avere coraggio, non abbassare la guardia, così si esce dai momenti negativi. L’Imolese gioca un calcio che è fra i migliori della categoria, la squadra gioca a memoria. Ma hanno i loro pregi e i loro difetti, spero che il contraccolpo psicologico di questo momento non ci faccia stare lì nell’oblio. Nel bene e nel male dobbiamo giocarcela. L’Imolese è una squadra particolare, non ha fretta, finché non trovano la giocata stanno lì senza pressione. Noi dobbiamo solo creargli problemi nei loro punti deboli, se facciamo la nostra partita possiamo metterli in difficoltà.”


di Marco De Berardinis
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2019 alle 16:21 sul giornale del 12 febbraio 2019 - 267 letture

In questo articolo si parla di sport, sambenedettese calcio, noi samb, articolo, Marco De Bernardinis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4bu





logoEV