Tanti i fondi UE disponibili, ma cala il numero di progetti finanziati. Urgente la crescita di competenze

4' di lettura 14/01/2019 - Con i corsi Smarteam puoi formare ed aggiornare le competenze in materia di euro-progettazione sia tue che della tua azienda o studio professionale.
Partecipa gratuitamente attivando i voucher formativi FSE della Regione Marche.

L’urgenza di accrescere le competenze per intercettare i finanziamenti messi a disposizione dall’Unione Europea è reso evidente anche dai risultati dei progetti ammessi nell’ultima call Horizon 2020 (Sme Instrument) - Fase 2 per l’innovazione delle Pmi: delle 71 aziende premiate solo due imprese sono italiane: una di Milano e l’altra di Bologna.

Prima del varo delle nuove regole l’Italia era al secondo posto per numero di aziende premiate (113) e al terzo posto (109 milioni) per controvalore di risorse a fondo perduto intercettate. In media l’Italia valeva il 12,5% del totale in termini numerici, il 9,2% in controvalore.

Nel 2018 queste percentuali si sono abbattute drasticamente, passando rispettivamente al 7,4% (20 imprese su 269) e al 5,3% (24 milioni su 450 erogati), con l’ultima call di ottobre a realizzare i risultati peggiori. Non un caso isolato, tuttavia, perché delle quattro call finanziate lo scorso anno solo in un caso (10 “vittorie” su 68) il tasso di successo italiano è stato in linea con i risultati precedenti mentre negli altri tre bandi i dati sono stati deludenti. Se limitiamo l’analisi allo scorso anno l’Italia è relegata alla decima posizione, alle spalle non solo della “solita” Spagna, regina incontrastata in questi bandi, ma anche dell’intero blocco nordico (Svezia, Finlandia, Norvegia, Danimarca) oltre che di Germania, Francia, Olanda e persino Israele, tra i beneficiari maggiori del cambio delle regole.

Le nuove regole di Horizon 2020 - Fase 2, con contributi per le Pmi a fondo perduto fino a 2,5 milioni di euro, prevedono non solo un elaborato scritto del progetto, ma anche il superamento di un colloquio diretto con la commissione giudicante, un peso maggiore rispetto al passato dell’impatto e delle novità di innovazione, con un focus più spinto sulla valutazione del business plan, esaminati attraverso un dialogo in inglese da parte di un team che include non solo imprenditori ma anche gestori di fondi di venture capital e business angels.

Ma anche dove le regole di base non cambiano (Fase 1, 50mila euro a progetto) l’Italia non riesce a tenere le posizioni, passando dal 15,6% al 10,1% in termini di successi numerici.

Correre ai ripari è urgente: nel 2019 il programma Horizon metterà a disposizione 555 milioni (482 nella Fase 2), nel 2020 il budget salirà oltre i 600 milioni, e sono inoltre disponibili per l’Italia, nei settenni 2014-2020 e 2021-2027, per tutti i settori economici, oltre 200 miliardi di euro dei fondi comunitari.

Un’importante occasione si presenta per la formazione e il lavoro, per chi ha un lavoro e per chi lo cerca, e per l’avvio e lo sviluppo di attività imprenditoriali competitive nel nostro Paese.

In tema di formazione in euro-progettazione, con l’obiettivo di colmare le lacune esistenti su contenuti e tecniche teoriche di progettazione e coinvolgere attivamente nello sviluppo di business plan e nella simulazione di una call di finanziamento specifica, Smarteam propone due corsi formativi (gratuiti con voucher formativi FSE):

1) Corso di specializzazione “Tecnico Politiche/Problematiche Comunitarie (Master Europrogettazione)” (codice Siform n. 1007245) della durata di 400 ore (comprensive di lezioni frontali, esercitazioni, studio, ideazione e simulazione su una specifica call attuale, stage ed esame finale) che prevede il rilascio di un Attestato di Specializzazione riconosciuto legalmente a livello europeo ai sensi della Legge 845/78.

2) Corso di aggiornamento “Problematiche Comunitarie (Mini-Master Europrogettazione)” (codice Siform n. 1007276) della durata di 60 ore (lezioni frontali ed esercitazioni) con rilascio di Attestato di Frequenza.

Per maggiori informazioni su contenuti e docenti dei corsi inseriti nel catalogo FORMICA visita il sito: https://www.smarteam.net/catalogo-corsi/

Informazioni utili per accedere al voucher formativo della Regione Marche

È fondamentale, per accedere al voucher formativo che consente l’accesso gratuito ai corsi, passare per il Centro per l’Impiego territorialmente competente per sottoscrivere il Piano formativo.

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento ma la valutazione delle domande per il voucher è effettuata in ordine cronologico di arrivo, fino ad esaurimento delle risorse. Per non perdere tale opportunità è pertanto necessario presentare domanda in tempi rapidi prima che i fondi disponibili si esauriscano.

Info e contatti Smarteam

Gli interessati possono essere supportati e guidati nella predisposizione dei documenti per la richiesta di voucher formativo alla Regione Marche e della domanda d’iscrizione sul sistema informativo SIFORM 2, contattando lo staff di Smarteam al telefono 351 8920860, o inviando una mail a: formazione@smarteam.net.

Previo appuntamento, Smarteam è disponibile a ricevere presso il proprio ufficio in Via Calatafimi 44 - San Benedetto del Tronto (Zona Centro - Vicino Stazione Ferroviaria).


da Fideas Srl e Smarteam - startup innovativa





Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 14-01-2019 alle 09:10 sul giornale del 15 gennaio 2019 - 1662 letture

In questo articolo si parla di economia, pubbliredazionale, fondi europei regione marche, programmazione europea regione marche, provincia di ascoli piceno programmazione europea

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3fj





logoEV