Sport: Samb, ennesima gara impegnativa per i rossoblu adriatici, falcidiati dagli infortuni, che rendono visita al Gubbio dell'ex Galderisi

21/12/2018 - Contro i rossoblu umbri, il tecnico Roselli, ex Gubbio, non potrà disporre di Celjak, anche lui out per problemi muscolari, al suo posto giocherà Gelonese. Anche Calderini a rischio forfait causa influenza

Dopo la sofferta vittoria contro il Rimini, i ragazzi di mister Roselli, tra l’altro ex allenatore degli umbri, renderanno visita al Gubbio in una gara valevole per la diciottesima e penultima giornata del girone di andata del campionato di serie C girone B.

Con inizio fissato per le H.14:30 di sabato 22 dicembre, si sfideranno dunque al Barbetti Gubbio e Samb.

I rossoblu umbri sono reduci dalla immeritata sconfitta di Pordenone contro la capolista per 1-0 e contro i rossoblu adriatici vorranno riscattarsi di fronte al proprio pubblico.

I ragazzi di mister Galderisi, ex allenatore dei rivieraschi, subentrato ad Alessandro Sandreani lo scorso novembre dopo la sconfitta di Meda contro il Renate, attualmente occupano la quattordicesima posizione in classifica con 17 punti, ad un solo punto dalla zona play out.

Gli umbri in 17 partite giocate hanno ottenuto 3 vittorie, 8 pareggi e 6 sconfitte.

In estate il presidente Notari ha rivoluzionato la squadra e acquistato giocatori in grado di ben figurare in serie C ed evitare di soffrire, con l’obiettivo di ottenere una salvezza tranquilla.

Fino ad adesso però il percorso degli umbri è stato alquanto tortuoso, certificato dalla brutta posizione di classifica, tant’è che lo stesso presidente Notari ha esonerato Sandreani chiamando il più esperto Galderisi.

I punti di forza di questa squadra sono i difensori Espeche, Tofanari e Pedrelli, i centrocampisti Malaccari, Benedetti e Casiraghi e le punte navigate Campagnacci ed Ettore Marchi, mentre è stato acquistato in settimana il centrale difensivo Marco Maini ex Santarcangelo.

Il tecnico degli umbri predilige giocare con il 4-2-3-1, avendo come terminale offensivo Ettore Marchi centravanti esperto.

Per quanto riguarda invece i rossoblu adriatici, fermo restando le assenze dei lungodegenti Biondi, Stanco, Di Pasquale, operato di recente al crociato del ginocchio e Bove, anche Celjak, uscito a fine primo tempo contro il Rimini per un risentimento muscolare, non ce la fa ed è rimasto a San Benedetto.

Dunque l’emergenza continua in casa Samb e formazione obbligata o quasi anche a Gubbio, mentre l’undici di partenza potrebbe essere il seguente: Pegorin tra i pali, i tre di difesa dovrebbero essere Gelonese, Miceli e Zaffagnini, i cinque di centrocampo quasi sicuramente saranno da destra a sinistra Rapisarda, Caccetta, Rocchi, Signori e Cecchini, le due punte Calderini, che è rimasto qualche giorno a riposo causa l’influenza, che sarà affiancato da Ilari.

Dall’altra parte il tecnico degli umbri Galderisi dovrebbe confermare il 4-2-3-1 visto a Pordenone con questi probabili interpreti: Marchegiani; Tofanari, Espeche, Piccinni, Pedrelli; Malaccari, Benedetti; Casoli, Casiraghi, De Silvestro; Marchi.

A dirigere Gubbio Samb sarà il signor Eduart Pashuku di Albano Laziale.

Come detto in precedenza, il fischio d’inizio è fissato per le H.14:30 di sabato 22 dicembre.

E’ prevista una nutrita rappresentanza di tifosi rossoblu al seguito della squadra.


di Marco De Berardinis
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 21-12-2018 alle 21:52 sul giornale del 22 dicembre 2018 - 247 letture

In questo articolo si parla di sport, sambenedettese calcio, noi samb, articolo, Marco De Bernardinis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a2Km