Sport: Samb, gara ad alto rischio per i rossoblu, al Riviera sarà di scena la capolista Pordenone

03/11/2018 - Impegno delicato per i ragazzi di Roselli contro la capolista Pordenone. Il tecnico umbro in piena emergenza a centrocampo per le assenze di Ilari, Russotto e Bove. Imperativo, dimenticare Teramo e battere i ramarri

La decima giornata del campionato di serie C girone B propone domenica 4 novembre, il confronto testa-coda tra la Samb e la capolista Pordenone allo stadio Riviera delle Palme.

Un incontro a dir poco impegnativo per i ragazzi di mister Roselli, reduci dalla debacle di Teramo, contro una compagine che si trova in vetta alla classifica del girone B anche se reduce da due sconfitte consecutive, una in campionato contro la Fermana e l’altra in Coppa Italia contro il Vicenza, entrambe al Bottecchia.

I rossoblu devono subito rialzare la testa dopo Teramo e dimostrare che non sono da bassa classifica, visto anche l’organico di cui dispongono, purtroppo si troveranno di fronte la prima della classe che vorrà riscattare il passo falso interno in campionato contro i canarini e dunque verrà al Riviera con il dente avvelenato cercando senza mezzi termini i tre punti per riprendere la marcia interrotta domenica scorsa.

A proposito dei ramarri, così vengono chiamati i giocatori del Pordenone, anche quest’anno il presidente Lovisa ha allestito una squadra in grado di lottare per la serie B e oltre ad aver acquistato giocatori di spessore, ha anche chiamato un tecnico esperto e vincente come Attilio Tesser esperto in promozioni.

Nella rosa militano, oltre a l’ex portiere rossoblu Bindi, lo scorso anno al Padova, giocatori di spessore come Berrettoni, l’ex Fano Germinale, Burrai, Misuraca, Ciurria, Gavazzi, Semenzato e Magnaghi.

Una squadra ben assortita tra giovani e meno giovani che punta decisamente alla serie B.

I ramarri, come detto in precedenza, guidano la classifica con 18 punti, frutto di 5 vittorie, 3 pareggi e 1 sconfitta.

Tornando ai rossoblu, il tecnico Roselli rispetto alla gara di mercoledì scorso, dove ha dato spazio ad alcuni giovani, dovrebbe effettuare dei cambi, alcuni obbligati, vista la distanza ravvicinata tra le due gare e la prestazione poco brillante di alcuni uomini, fermo restando le assenze di Russotto, ancora alle prese con uno stato influenzale e Bove con problemi muscolari, anche Ilari non sarà della gara al pari di Kernezo e Brunetti.

Entrando nello specifico, dovrebbero riprendere il loro posto al centro della difesa sia Biondi che Di Pasquale con capitan Rapisarda che tornerà a svariare lungo l’out destro.

Il modulo dovrebbe essere l’ormai collaudato 4-4-2, con questi probabili interpreti: Sala tra i pali, linea difensiva a quattro che dovrebbe essere composta da destra a sinistra da capitan Rapisarda, Di Pasquale, Biondi e Cecchini, a centrocampo dovremmo vedere Gelonese davanti alla difesa, Gemignani a destra e Rocchi a sinistra, più avanzato giocherà Signori, le due punte saranno Stanco e Calderini.

Dall’altra parte il tecnico dei neroverdi Tesser dovrebbe riproporre il 4-3-1-2 visto con la Fermana con Bindi tra i pali, Semenzato terzino destro e dall’altra parte De Agostini terzino sinistro, con Stefani e Barison centrali di difesa, a centrocampo dovrebbero giostrare Burrai, Bombagi e Gavazzi, mentre Ciurria sarà avanzato come trequartista alle spalle di Magnaghi e Candellone.

L’arbitro dell’incontro sarà il signor Giovanni Ayroldi di Molfetta.

Il fischio d’inizio è fissato per le H.14:30 di domenica 4 novembre.


di Marco De Berardinis
redazione@viveresanbenedetto.it




Questo è un articolo pubblicato il 03-11-2018 alle 14:15 sul giornale del 05 novembre 2018 - 301 letture

In questo articolo si parla di sport, sambenedettese calcio, noi samb, articolo, Marco De Bernardinis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZ21





logoEV