Post sisma: ripartono le attività gratuite per i ragazzi del cratere

07/10/2018 - Post sisma: ripartono lunedì nella Bottega della Speranza di Acquasanta Terme le attività gratuite per i ragazzi del cratere. Pedagogisti e insegnanti insieme nei corsi promossi dall’associazione ‘Laboratorio della Speranza’ per aiutare gli studenti ad acquisire anche un metodo di studio. “Perché per noi – spiega don Paolo Sabatini, presidente dell’associazione - ogni ragazzo è unico. Ed è importante aiutare ciascuno personalmente”.

Ripartono lunedì 8 ottobre nella Bottega della Speranza di Acquasanta Terme (AP) le attività gratuite rivolte ai bambini e ai ragazzi residente nei comuni del cratere, promosse e sostenute dall’associazione ‘Laboratorio della Speranza’.

Tra le novità di quest’anno, l’introduzione del potenziamento per singola materia dedicato ai ragazzi delle scuole medie, con un insegnante che una volta a settimana sarà a disposizione degli studenti per approfondire lo studio specifico. Il potenziamento di inglese anche per i bimbi della quarta e quinta elementare: iniziativa che risponde a una precisa necessità sollevata da molti genitori. E un pedagogista ad affiancare gli insegnanti per proporre un metodo di studio personalizzato.

Mentre il giovedì pomeriggio ci sarà la possibilità di avere consulenze psico-pedagogiche e supporto psicologico sistemico-relazionale promosse dalla cooperativa ‘Botteghe della Speranza’: incontri volti al potenziamento e al recupero individualizzato per ragazzi che hanno incontrano difficoltà sia nello studio che nei rapporti sociali (uniche attività, le consulenze psico-pedagogiche, a pagamento e su appuntamento).

L’attività di doposcuola vedrà impegnati un docente laureato per gli ambiti disciplinari scelti: inglese, matematica e scienze, lettere (italiano, storia e geografia), e un pedagogista che lo affiancherà e curerà il metodo di studio individualizzato. “Perché per noi – spiega don Paolo Sabatini, presidente dell’associazione ‘Laboratorio della Speranza’ - ogni ragazzo è unico. Ed è importante aiutare ciascuno personalmente, ma nel gruppo, anche attraverso una figura competente proprio sul metodo di studio”.

Educatrici pedagogiste al lavoro anche con i più piccoli, nei laboratori educativi per gli alunni della scuola per l’infanzia e delle elementari, pensati per far emergere il bello e il bene di ogni bambino. Attraverso l’arte, la creatività, la musica e il gioco le educatrici faranno un percorso volto alla socialità e alla crescita integrale dei ragazzi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2018 alle 15:09 sul giornale del 08 ottobre 2018 - 198 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aY87