Pergola: dalla Regione 100mila euro per il museo dei Bronzi Dorati. Firmato il decreto di assegnazione delle risorse

Museo dei bronzi dorati di Pergola 25/06/2018 - Con la firma del relativo decreto, la Regione Marche assegna 100mila euro al Museo dei Bronzi Dorati di Pergola. Il vicepresidente Renato Claudio Minardi: "Impegno mantenuto che si concretizza con l'attribuzione dell'importante finanziamento rivolto a un simbolo della cultura delle Marche. Gli amministratori che mi accusarono di raccontare solo fantasie dovranno ricredersi".

Minardi ha seguito passo passo l’iter amministrativo da quando, nel giugno del 2016, accogliendo la proposta dell’Associazione Pergola Unita, aveva presentato un’interrogazione in Assemblea legislativa regionale ed ottenuto l’impegno dell’Assessore regionale Moreno Pieroni a prevedere 100 mila Euro per la rifunzionalizzazione del museo e la promozione delle iniziative legate al 70esimo anniversario del ritrovamento dei Bronzi Dorati di Pergola.

“L’impegno è stato mantenuto e ora si concretizza – afferma Minardi – al contrario di ciò che pensavano alcuni amministratori pergolesi di maggioranza. A queste persone, che al momento dell'annuncio dei 100mila euro mi accusarono di raccontare solo fantasie, rispondo con il decreto firmato ovvero con un fatto certo e concreto. Con la firma del decreto, infatti, da parte della Giunta Regionale che assegna 100mila euro per la rifunzionalizzazione del Museo dei Bronzi Dorati di Pergola, si conclude l’iter amministrativo. Il Museo di Pergola rappresenta una eccellenza del patrimonio culturale della Regione Marche, un simbolo della cultura marchigiana in Italia e all’estero – continua il Vice Presidente Minardi –. Un finanziamento importante del quale ringrazio il governatore Luca Ceriscioli, l’Assessore Moreno Pieroni e l’intera Giunta regionale per l’attenzione dimostrata per il settore cultura e per tale intervento che porterà benefici a tutto il territorio regionale”.

I Bronzi Dorati di Pergola vennero rinvenuti casualmente il 26 giugno 1946 quando i fratelli Pietro e Giuseppe Peruzzini, facendo lavori di scavo. nei pressi della loro casa colonica in Località Santa Lucia di Calamello a Cartoceto di Pergola, scoprirono le statue frammentate del gruppo equestre di epoca romana. Esposti stabilmente nel museo di Pergola, i Bronzi Dorati sono considerati una della più interessanti scoperte archeologiche del XX secolo.

“Con la firma del decreto – conclude Minardi – si realizza un’azione rilevante anche per il settore turistico nel quale si inserisce a pieno titolo il Museo dei Bronzi dorati di Pergola che arricchisce la nostra offerta turistica facendo leva su un mercato di assoluta qualità, italiano e straniero.”

Nel decreto sono elencati, inoltre, gli altri interventi tra cui rientrano per la Provincia pesarese: Urbino per la riqualificazione funzionale della Data (centro di aggregazione delle reti legate al Rinascimento); Urbania (sviluppo dell’offerta turistica e culturale legata ai Montefeltro e Della Rovere) e infine Mondavio (ripristino conservativo della Rocca e della Chiesa di San Francesco)".


da Renato Claudio Minardi
Vice Presidente del Consiglio Regionale






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2018 alle 10:47 sul giornale del 26 giugno 2018 - 510 letture

In questo articolo si parla di cultura, regione marche, pergola, renato claudio minardi, bronzi dorati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aVXn





logoEV