Cupra Marittima: prende a sprangate la sorella e la riduce in fin di vita

12/03/2018 - La tragedia si è consumata domenica 11 marzo, nelle campagne di Cupra Marittima in località Contrada S. Michele. Antonietta F. di 58 anni impiegata impresa di pulizie è stata colpita dal fratello Emidio agricoltore di 56 anni con una barra tonda di materiale metallico del diametro di 5 centimetri durante una lite famigliare per motivi legati, probabilmente, all’eredità.

Antonietta che non abita a Cupra Marittima si era recata in Contrada per una visita all’anziano padre di 90 anni. A questo punto è scattato il raptus violento di Emidio.

Lo stesso fratello, credendola morta ha allertato i sanitari del 118 che si sono recati immediatamente sul posto che hanno e chiesto l’intervento dell’eliambulanza per il trasferimento della vittima all’ospedale di Torrette per cure più specifiche. La donna ha subito un delicato intervento chirurgico. Ora si trova in rianimazione e la prognosi al momento è riservata.

Emidio è stato arrestato e trasferito nella casa circondariale di Fermo con l’accusa di tentato omicidio.


di Luigi Verdecchia
redazione@viveresanbenedetto.it




Questo è un articolo pubblicato il 12-03-2018 alle 17:21 sul giornale del 13 marzo 2018 - 926 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Luigi Verdecchia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSzf