Sport: Samb, i rossoblu non riescono a battere la corazzata Pordenone, la gara finisce 1-1. Pari che sta stretto ai rivieraschi

02/12/2017 - Dopo un primo tempo equilibrato nella ripresa le due squadre hanno dato vita ad una gara entusiasmante nonostante il diluvio. I rossoblu hanno reclamato un rigore per un fallo su Di Massimo. Le reti segnate da Magnaghi e Rapisarda

SAMBENEDETTESE (3-5-2): Pegorin; Patti, Conson, Miceli; Rapisarda, Bacinovic © (85’ Di Cecco), Bove, Tomi, Vallocchia; Esposito (69’ Valente), Miracoli (53’ Di Massimo). A disp: Raccichini, Ceka, Mattia, Troianiello, Di Pasquale, Candellori, Trillò. All. Ezio Capuano.

PORDENONE (4-3-3): Perilli; Formiconi, Stefani ©, Bassoli, Nunzella; Misuraca (93’ Raffini), Burrai, Lulli (80’ Danza); Sainz-Maza (80’ Martignaga); Magnaghi, Berrettoni (74’ Ciurria). A disp.: Zommers, De Agostini, Parodi, Buratto, Pellegrini, Visentin, Silvestro. All. Leonardo Colucci.

ARBITRO : Matteo Marchetti di Ostia Lido. Assistenti: Pietro Guglielmi e Daniele Colizzi entrambi di Albano Laziale.

MARCATORI : 50’ Magnaghi (P.), 67’ Rapisarda (S.),

AMMONITI : 4’ Nunzella (P.), 52’ Miceli (S.), 61’ Berrettoni (P.), 65’ Burrai (P.), 82’ Conson (S.), 90’ Formiconi (P.), 91’ Patti (S.)

ESPULSI : 87’ Di Massimo (S.)

ANGOLI : 4 a 4.

RECUPERO : 1’ 1° T. – 3’ 2° T.

NOTE : Cielo plumbeo nel primo tempo, pioggia battente per tutto il secondo, terreno di gioco pesante causa pioggia, temperatura 10°C circa. Spettatori quantificabili in circa 3.000 unità, abbonati 2036. Presenti in curva sud una dozzina di tifosi friulani.

San Benedetto del Tronto – Dopo la vittoria di Teramo i rossoblu sono attesi da un confronto proibitivo al Riviera, infatti tra poco incroceranno i tacchetti contro il Pordenone di mister Colucci reduce da due vittorie consecutive, la prima in campionato contro il Vicenza e l’altra in Coppa Italia a Cagliari contro i sardi che ha permesso loro di disputare gli ottavi. Dovremmo assistere ad una gara ad alto contenuto tecnico, un vero e proprio big match, tra due squadre in forma appaiate in classifica a quota 24 che prediligono il gioco offensivo terreno di gioco permettendo, infatti sta piovendo in città dalla tarda mattinata ed il terreno di gioco è parecchio allentato. Il tecnico rossoblu Capuano che conferma il 3-5-2 di Teramo sostituisce lo squalificato Gelonese con Vallocchia, l’infortunato Aridità con Pegorin mentre in attacco al fianco di Miracoli c’è Esposito e non Di Massimo che siede in panchina.

PRIMO TEMPO

Ore 16:30, si parte. Calcio d’inizio battuto dal Pordenone che indossa casacca e pantaloncini bianchi, mentre la Samb la consueta casacca rossoblu con pantaloncini blu, i rivieraschi attaccano da sinistra verso destra in questo primo tempo.

Dopo il fischio dell’arbitro che dà inizio alle ostilità, nonostante il terreno allentato, entrambe le squadre cercano senza tanti tatticismi la via della rete anche se il Pordenone mostra una certa aggressività ed è più propositivo della Samb.

4’: Ammonito Nunzella

5’: Un calcio di punizione battuto da Tomi dai venti metri, nonostante la deviazione di un difensore friulano, viene bloccato senza problemi da Perilli.

Con il passare dei minuti i rossoblu guadagnano metri sul rettangolo verde affacciandosi di sovente dalle parti di Perilli, ma la difesa dei “ramarri” (così sono chiamati i giocatori friulani) fa buona guardia e il portiere non corre pericoli.

25’ Un calcio di punizione battuto da Tomi dal limite dell’area viene deviato da Perilli che si distende in tuffo ed evita la capitolazione, poi la difesa friulana libera la propria area.

Gara bloccata e dunque equilibrata che stenta a decollare con le due squadre che si equivalgono in campo con i rispettivi portieri inoperosi. I friulani si trovano a loro agio sul terreno allentato rispetto ai rossoblu visto che in Friuli piove più spesso che nelle Marche.

37’: Un cross dalla sinistra di Vallocchia non viene intercettato per un no nulla da Miracoli con la difesa friulana che csi salva e spazza la propria area.

38’: Rapisarda di testa su cross di Esposito dalla sinistra sfiora il palo di destra di Perilli.

39’: Su angolo battuto da Berrettoni, Sainz-Maza di testa manda la sfera alta di poco sopra la traversa. Gara che si sta accendendo nel finale di tempo.

Dopo un minuto di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi con le due squadre che vanno al riposo sullo 0-0. E’ stato un primo tempo non esaltante, nonostante il terreno allentato, ci si aspettava una gara ad alto contenuto tecnico tra due squadre terze in classifica ed invece la prima frazione di gioco è stata equilibrata con i portieri inoperosi se si eccettua la punizione battuta di Tomi che ha costretto Perilli ad un intervento impegnativo, finale di tempo più vivace.

SECONDO TEMPO

Si riparte per il secondo tempo senza cambi.

In questo secondo tempo la Samb attacca da destra verso sinistra.

Il secondo parziale inizia con la Samb subito aggressiva che si getta in avanti alla ricerca del vantaggio e il Pordenone che si difende con ordine e di conseguenza agisce di rimessa.

50’: Contropiede del Pordenone che passa inaspettatamente in vantaggio con Magnaghi, Pegorin in un primo momento riesce a disinnescare il tiro dell’ex rossoblu Lulli uscendo su di lui a valanga, ma non può nulla sul secondo tiro da distanza ravvicinata di Magnaghi. Nella circostanza i rossoblu protestano per un presunto fuorigioco di Lulli. Samb 0 – Pordenone 1.

52’: Ammonito Miceli

53’: Esce Miracoli per posto a Di Massimo.

54’: Un tiro dalla distanza di Formiconi viene parato in presa bassa da Pegorin.

Dal 58’ pioggia battente sul Riviera.

Subita la rete i rossoblu si riversano in massa nella metà campo ospite alla ricerca del vantaggio, ramarri in difficoltà. Il terreno di gioco non aiuta i rossoblu che devono recuperare vista la pioggia che sta cadendo copiosamente.

61’: Ammonito Berrettoni

65’: Ammonito Burrai

67’: GOOOL, un tiro cross di Esposito dopo uno scambio veloce con Di Massimo, costringe alla respinta corta Perilli, Rapisarda è il più lesto e spedisce la sfera in rete. Samb 1 – Pordenone 1.

69’: Esce Esposito per far posto a Valente.

Sulle ali dell’entusiasmo per il pareggio ottenuto i rossoblu continuano ad attaccare per far propria l’intera posta in palio, Pordenone che agisce di rimessa, gara che si accende.

74’: Esce Berrettoni per far posto a Ciurria.

75’: Un gran tiro di Rapisarda dal limite dell’area viene respinto con i pugni da Perilli che non tenta la presa vista la palla viscida.

77’: Su angolo battuto da Vallocchia, la sfera attraversa tutta l’area di rigore senza che nessun rossoblu riesca a toccarla.

Nonostante il terreno con il passare dei minuti si faccia via via più pesante i rossoblu attaccano a testa bassa sospinti dall’incitamento dei suoi tifosi, Pordenone in difficoltà.

80’: Esce Sain-Maza per far posto a Martignago

80’: Esce Lulli per far posto a Danza.

82’: Ammonito Conson.

85’: Esce Bacinovic per far posto a Di Cecco.

A cinque minuti dal termine saltano gli schemi entrambe le squadre cercano il goal vittoria mentre continua a piovere incessantemente.

83’: U n tiro dal limite di Burrai costringe alla deviazione Pegorin, la sfera finisce sul palo ma lo stesso Pegorin con un colpo di reni la fa sua prima che arrivi Magnaghi.

86’: I rossoblu reclamano un rigore per atterramento in area di Di Massimo ad opera di Stefani ma l’arbitro tra le proteste veementi dei rossoblu lascia proseguire l’azione.

87’ Espulso Di Massimo.

90’: Ammonito Formiconi.

91’: Ammonito Patti per proteste

93’: Esce Misurata per far posto a Raffini.

Dopo tre minuti di recupero termina la gara sul risultato di 1-1, i rossoblu avrebbero meritato anche la vittoria per come hanno affrontato a testa alta la corazzata Pordenone soprattutto nel secondo tempo dopo essere passata in svantaggio. I ramarri hanno giocato una gara a viso aperto cercando sempre la via della rete, ma sono andati in difficoltà dopo il pari dei rossoblu che li hanno schiacciati nella propria trequarti, purtroppo il terreno pesante non ha aiutato i rivieraschi. Secondo pari consecutivo al Riviera per i ragazzi di Capuano che tra le mura amiche non riescono a vincere, anche se oggi avevano di fronte la corazzata Pordenone che ha l’obiettivo dichiarato della serie B.


di Marco De Berardinis
redazione@viveresanbenedetto.it




Questo è un articolo pubblicato il 02-12-2017 alle 19:23 sul giornale del 04 dicembre 2017 - 367 letture

In questo articolo si parla di sport, sambenedettese calcio, noi samb, articolo, Marco De Bernardinis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPw8