Cupramarittima: a 96 anni scompare un maestro dell'Arte internazionale,“ Il M° Nazzareno Tomassetti scolpisce ora nubi”

01/12/2017 - Sereno, dopo un terribile infarto di giovedì mattina, gli davano fastidio flebo e elettrodi, voleva tornare alla sua amata Cupra, questo il suo immediato progetto, essersi tra le sue statue, assieme alla famiglia.

Un breve passaggio, lui uomo di feconda fede, dopo pochi minuti ha lasciato questo luogo temporaneo, e sarà esaudito ciò che desiderava, essere tra le sue opere d’arte, così la veglia sarà presso il suo studio a Cupra Marittima, in via Trento 6, le eseguie si svolgeranno presso la chiesa di San Basso il 2 Dicembre alle ore 15.00.

Accompagnato dagli affertti della moglie Anna Spina i figli Beatrice, Danilo, Andrea e Luca, i nipoti Greta e Marko, la bisnipote Alice le nuore il M° Annunzia Fumagalli, Maris, Andreika, parenti, amici e soci dell'Arca dei Folli e i cavalieri della Commenda di Sant'Emidio KPR Aretha CCCi di Malta- Assisi.

Diverse le condoglianzesono giunte ai familiari per la scomparsa di Nazzareno, tra loro il M° Vince Tempera, e filosofo conte Daniele Radini Tedeschi e di dott.ssa Stefania Pieralice, i quali avevano anche recentemente maestro è invitato il maestro ad venti come la Triennale di Roma e la mostra sul Dalai Lama a Palermo, essi hanno poi confermato che il maestro dell’Arte assieme al figlio Danilo, sarà annoverato tra i maestri del Dizionario dell’Arto che sarà edito dalla De Agostini, quale Atlante geografico dei più importanti maestri dell’Arte del novecento.

La cerimonia per apertura della IX edizione dei ludi il Bambino Creativo si terrà ugualmente come Omaggio al M° Nazzareno Tomassetti, Domenica 3 Dicembre alle ore 16, un alchemico passaggio di trasformazione del passaggio tra anzianità e gioventù, tra colui che ha effuso arte e i suoi piccoli eredi.

Il M° NAZZARENO TOMASSETTI, è nato a Cupra Marittima AP il 10 Ottobre del 1921. La sua formazione tecnica è avvenuta presso le botteghe artigiane di Cupra e di Grottammare dai fratelli Fazzini, apprese l'arte dal maestro Giuseppe Pauri, Tra i fondatori del gruppo d’Arte L’Arca dei folli, nel 1991, espone in decine di mostre , tra le sue mostre all'esteo nel 2002, museo Tekoské nel Castello di Levice, Slovacchia. Nel 2003-05 le sue cimase , del ciclo pittorico, «Amadriadi» della pittrice Annunzia Fumagalli sono state esposte a Barcelona alla Batik Art, alla fiera del libro di Francoforte, alla fiera dell’Arte di Siviglia, a Parigi Galleria Espace Arsinoe di Montmatre
Nel 2006 ha esposto ad Hong Kong, nella mostra "Le cento facce della befana". Premio "Astrolabio" 2006, con esposizione delle sue opere nella sala della Lupa di Palazzo Barberini a Roma. Nel 2010 espone alcune sue opere al Louvre di Parigi.

Nel 2011, viene chiamato ad esporre alla Triennale di Roma, e successivamente tra i selezionati tra i “I big della triennale di Roma 2011, una commissione di critici d'arte, maestri dell'arte, lo proclamano quale Miglior maestro con il riconoscimento alla carriera, . Nel 2012 viene riconosciuto tra i maestri dell'Arte contemporanea italiana, nel libro “Manent, il libro d'oro dell'arte italiana “ redatto da professori della Sapienza di Roma. A Cortine d'ampezzo nel marzo 2012 viene proclamato Miglior maestro del 2012.

Espone successivamente alla mostra “Omaggio a Caravaggio tra Epifanie e Epifenomeni presso il Museo Venanzo Crocetti. Il maestro nell'Ottobre nel 2012 è stato insignito del titolo di accademico benemerito, dell’Accademia dei Santi Lazzaro, la Chiesa del Gesù di Roma, a sovrintendere la cerimonia il Gran Maestro Daniele Radini Tedeschi.

Insignito nel 2013 del titolo onorifico di maestro del Giglio d'oro, a lui è stato dedicato una mostra monografica al Museo Bellini (palazzo Soderini) di Firenze. 29 Ottobre 2013 espone al “Il gran Galà delle arti contemporanee” a Roma complesso dell'agostiniana, organizzata dalla Rosa dei Venti della dott. Ssa Stefania Pieralice.

"2017

Nella triennale di Roma del 2014, viene inserito nel catalogo della Mondadori, tra i maestri dell'arte Nel 2017 ha esposto a Roma per la Triennale “Aeternum”, a Villa Magnisi a Palermo per la mostra il Dalai Lama.

Opere di Tomassetti sono state acquisite da Enti pubblici, Comuni e da collezionisti privati, in Italia e all'estero. Celebre il rilievo che raffigura il ciclista Gino Bartali, dono del maestro al campione nel 1994. Le sue statue sono divenute Riconoscimenti che hanno premiato maestri come il m°Renato Bruson, M° Vince Tempera, M°Maurizio Arena, M° Giuseppe Taddei ecc.

Le sue statue sono l'emblema del suo paese natale Cupra Marittima. Sul Lungomare è un fiorire delle sue statue dedicate al mare, diverse di loro figurano su libri di testo della Sapienza di Roma e Catalogo Mondadori, oltre su numerose altre pubblicazioni.

2011 Itinerari d’Arte Contemporanea, dalla crisi alla figurazione..., Roma, 2011, Prof. Conte Daniele Radini Tedeschi

2011 “Manent, il libro d'oro dell'arte italiana di e Stefano Valeri” della Sapienza di Roma, testo di studio degli studenti.

2014 “Catalogo Mondadori Triennale di Roma 2014
Su di lui sono stati scritti libri, innumerevoli articoli e servizi sulla RAI e televisioni private. Numerose altre pubblicazione su di lui, annuari e cataloghi e alcuni libri: “Il mare nel Bosco”, “ Il Nuovo e L'Antico Tempo”, “Piume di Pietra”, "Il Profumo della pietra- Nazzareno Tomassetti 85 anni di arte e di vita" di Danilo Tomassetti.

2017 “Catalogo Start triennale di Roma”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2017 alle 17:13 sul giornale del 02 dicembre 2017 - 2075 letture

In questo articolo si parla di cultura, Alessia Rossi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPuZ