Cupra marittima: ecco la mostra “La pietra scartata ad angolo”

30/11/2017 - Cupra accoglie la cultura orientale con la sua divinità che ne ha illuminato i passi fino alla Roma imperiale. “La pietra scartata ad angolo” è il titolo della mostra dell’artista cinese di fama internazionale Xue Ling Ulan, che si inaugurerà alle 18 del primo dicembre, presso il museo archeologico della cittadina picena con il patrocinio del Comune di Cupra Marittima.

La rassegna curata da Arte per le Marche con il testo critico di Antonella Ventura si avvale della collaborazione dello storico Walter Scotucci, che illustrerà le origini del mito della Saggezza. La serata avrà anche uno spazio per il buffet artistico di "Peppecotto" alias Giuseppe Dell' Orso.

Dopo un periodo condizionato dalla crisi globale in cui l’associazione si è dedicata alle relazioni come una sorta di work-progress tra comunicazione e Umanesimo del terzo Millennio, l’incontro con Xue Ling Ulan, ha permesso ad Arte per le Marche di tornare all'esposizione visiva della Materia. Di fatto è nato un sodalizio nel segno del linguaggio metafisico dove la materia e lo spirito celebrano di nuovo l’uomo in un viaggio onirico.

Il Viaggio è regolato dalle sole leggi universali. dei 4 Elementi in cui l'Uomo torna a riprendersi il suo Spazio e il Suo Tempo, senza forzature o imposizioni. È la "Città ideale" dove il Neo-Umanesimo formato dall'armonia delle forze che Leonardo esprimeva, può essere l'unico strumento di salvezza possibile per una società la nostra, cannibalizzata. I Simboli creativi di Ulan sono dei richiami del passato, testimonianze di dolori e piaceri.

Costituiscono Segni che emergono nelle tracce dei viaggiatori senza nome, provenienti dal mare, approdati in questo lembo della Penisola. Ulan raccoglie sassi, si procura legno, conserva le pietre che il tempo ha abbandonato.

L’artista custodisce il tesoro colorandolo, ne ascolta il suono come si fa con le sirene, facendo vibrare un’energia antica. È lo stesso vigore che dalla notte dei tempi ha caratterizzato le Marche. E non è un caso che Ulan abbia scelto le Marche, unica regione ad avere un nome plurale femminile, che ha sempre onorato la terra, la madre, la vita.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11-2017 alle 17:35 sul giornale del 01 dicembre 2017 - 324 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPsS