Monteprandone: i 100 anni di Giovanna Rocchi

29/11/2017 - Il sindaco Stracci ha omaggiato la nonnina con un quadro ricordo.

Giovanna Rocchi ha tagliato il prestigioso traguardo delle 100 candeline e, come consueto, ha ricevuto gli auguri e un quadro ricordo dal sindaco Stefano Stracci in rappresentanza dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità di Monteprandone.

La signora Giovanna è nata a Montedinove il 21 novembre 1917. Figlia di contadini, ha sempre lavorato la terra e trascorso la sua vita tra Appignano, Castignano, Civitella del Tronto e Porto d’Ascoli. La sua passione più grande è sferruzzare a maglia.

Nel 1940 è convolata a nozze con Vincenzo Mazzoni. Da questa unione sono nati tre figli Pietro, Maria e Camillo, sette nipoti Milena, Gianni, Vincenzo, Romina, Morena, Loredana e Daniela e ben undici pronipoti Mariacristina, Andrea, Davide, Aurelio, Alessio, Elisabetta, Alice, Martina, Maria, Nicole e Chiara.

Una grande famiglia che si è stretta a nonna Giovanna in un caloroso abbraccio, sabato 25 novembre, nella casa di Monteprandone dove dal 2014 vive con il figlio Pietro e la nuora Bruna. Dopo la Santa Messa celebrata da Don Pierluigi Bartolomei, parroco della Chiesa Regina Pacis, e l’omaggio del sindaco Stracci, sono iniziati i festeggiamenti che nonna Giovanna, ancora in gran forma, ha fortemente voluto e vissuto con gioia.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2017 alle 16:40 sul giornale del 30 novembre 2017 - 332 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Montepradone, Montepradone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPqx