Informagiovani, fondi al futuro

11/11/2017 - Grottammare capofila di un progetto intercomunale cofinanziato dalla Regione.

Oltre 20.000 € per un servizio Informagiovani al passo coi tempi. I fondi arrivano dalla Regione Marche per finanziare il progetto “Orientarsi per scegliere – La bussola del mio futuro” presentato dal Comune di Grottammare quale capofila di una rete che vede partecipi 8 comuni dell’Ambito Territoriale Sociale n. 21: Grottammare, quale promotore del progetto, San Benedetto del Tronto, Cupra Marittima, Massignano, Cossignano, Acquaviva Picena, Monteprandone e Monsampolo del Tronto quali comuni associati.

Il progetto mira a potenziare le strutture e i servizi dedicati all’informazione, all’orientamento, al sostegno e all’inserimento lavorativo e formativo, cioè i servizi Informagiovani presenti a Grottammare (incluso lo sportello informativo di Cupra Marittima) e a San Benedetto del Tronto e lo Sportello lavoro di Monteprandone.

Inoltre, prevede di istituire o far ripartire gli sportelli informativi nei piccoli Comuni, quali satelliti che ruotano intorno a servizi più grandi e meglio strutturati in termini di spazi attrezzati e orario di apertura, di cui comunque fanno parte integrante.

La finalità, tuttavia, non è garantire la mera attività informativa di sportello: ci si propone di attuare interventi a supporto dei ragazzi di carattere educativo e di orientamento attraverso strumenti tradizionali come il bilancio delle competenze, gli incontri pubblici su tematiche specifiche, le interviste e i focus, rivisitati e corretti utilizzando le nuove tecnologie e i nuovi linguaggi disponibili.

Il progetto si muoverà attraverso percorsi di career counseling, iniziative pubbliche di sensibilizzazione sul tema della scelta, progetti per sostenere la creatività giovanile, giornate di formazione e incontri tra giovani e imprese. Ci sarà spazio anche per l’aggregazione giovanile con percorsi di socializzazione qualificanti del tempo libero che diano la possibilità di sviluppare competenze apprese in ambiti complementari ai sistemi di educazione formale.

L’obiettivo è quello di far emergere risorse e capacità nascoste, sfruttando e indirizzando al meglio quelle definite da una passione o un interesse spendibili nel mercato del lavoro e, nel contempo, di prevenire e superare anche situazioni di emarginazione e a rischio di devianza che scaturiscono dalla perdita di motivazioni derivante dalla mancanza di lavoro.

Il progetto, dal valore totale di € 30.243,89, è stato accolto con il massimo del finanziamento concedibile previsto, pari a € 20.212,31; la restante parte viene corrisposta dai Comuni aderenti al progetto che compartecipano, sia in termini di risorse finanziarie, che di valorizzazioni rappresentate da personale, spazi e locali attrezzati.

Nella realizzazione delle attività proposte, inoltre, è prevista la collaborazione di: Associazione “Radio Incredibile”, Associazione culturale “Blow Up”, Istituto d’Istruzione Superiore Statale “Fazzini-Mercantini”, Cooperativa Sociale “EOS”, ATI Coop. Soc. “Nuova Ricerca Agenzia Res – COOSS MARCHE”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2017 alle 20:28 sul giornale del 13 novembre 2017 - 370 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOPz