Al via i progetti della Regione Marche dedicati all'inclusione socio-lavorativa

03/09/2017 - Salvaguardia dell’ambiente, riqualificazione dei siti archeologici ed inclusione socio-lavorativa questi gli obiettivi dei progetti della Regione Marche, nati dalla collaborazione con gli Enti Accreditati per il recupero di soggetti tossicodipendenti, il Consorzio di Bonifica delle Marche e la Soprintendenza per i Beni Archeologici della regione Marche.

Formazione professionale, di chi sta completando un programma terapeutico, ed inoltre un’importante occasione di socializzazione e di orientamento al lavoro. Questi gli obiettivi della nuova edizione di “Per le nostre strade 2017” e “Archeologia sociale picena 2017”, i progetti cofinanziati dalla Regione Marche e realizzati in collaborazione con gli Enti Accreditati per il recupero di soggetti tossicodipendenti, il Consorzio di Bonifica delle Marche e la Soprintendenza per i Beni Archeologici della regione Marche.

Partiti a luglio, i progetti, vedono il coinvolgimento degli ospiti delle strutture residenziali e semiresidenziali della Cooperativa Sociale Onlus Ama Aquilone e degli STDP dell’Area Vasta 5. Entrambi hanno come intento, quello di trasferire nuove competenze ai destinatari attraverso l’attivazione di corsi di formazione nel settore della cura e manutenzione di fossi agricoli e dei siti archeologici.

I programmi di trattamento ergoterapici, fondati su corsi di formazione professionalizzanti promossi con l'assistenza di un tutor, mostrano un'efficacia ampiamente riconosciuta. Un'efficacia che risulta ancora più rilevante attraverso attività a contatto con la natura e di valorizzazione del paesaggio naturale ed artistico.

La parte pratica e gli stage di formazione sono stati attivati nei siti Archeologici di Civita ed Agip Ninfeo di Cupra Marittima e del Teatro Romano di Ascoli Piceno che saranno oggetto di riqualificazione. Si svolgeranno inoltre in 11 stazioni di pompaggio rete per irrigazione ed in 4 vasche di raccolta del Consorzio Bonifica delle Marche, in un territorio compreso fra Ascoli Piceno e Monteprandone, oltre alla manutenzione della pista ciclabile, lungo il fiume Tronto, nei comuni di Colli del Tronto e Spinetoli e dei fossi agricoli e stradali.

I progetti arrivati alla seconda e terza edizione, rispettivamente per Archeologia Sociale e Per le nostre strade, prevedono anche una formazione teorica specifica, di otto ore sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, e un’indennità mensile per i partecipanti al corso.

Tutti i corsisti sono stati dotati dei dispositivi di protezione individuali (scarpe antinfortunistica, pantaloni da lavoro, mascherina, guanti) previsti per legge.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-09-2017 alle 22:28 sul giornale del 04 settembre 2017 - 442 letture

In questo articolo si parla di attualità, castel di lama, cooperativa ama aquilone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aMF7