Cupra Marittima: torna la cultura con Michele Bovi

5' di lettura 30/08/2017 - Domenica 3 Settembre, alle ore 18.00, presso lo storico Chalet la SireIla di Cupra Marittima, il giornalista e scrittore Michele Bovi presenterà il suo libro “Note Segrete - Eroi, spie e banditi della musica italiana” edito da Graphofeel Edizioni.

Ospite d'onore il M° Vince Tempera, uno dei massimi musicisti internazionale, direttore artistico dell'Arca dei Folli. Moderatore sarà Danilo Tomassetti Presidente dell'Arca dei Folli e vicario Commenda del CCCi Sant'Emidio KPR Aretha.

Interverranno gli organizzatori del Festival, per il Comune l'assessore alla cultura Mario Pulcini, il Presidente della Pro Loco Giuseppe Liodori. Il direttore artistico del Festival il M° Davide Martelli, il quale ha accolto suggerimento dell'Arca dei Folli di invitare Bovi e Tempera a Cupra. Il M° Martelli, pianista e compositore, giovane di raro talento, fece il suo primo ingresso nella grande musica, in “Uomini e stelle” un omaggio al Cav. Micio Gian Paolo Proietti, primo direttore artistico dell'Arca dei folli, dove a ricordarne la figura, vi furono molti artisti, musicisti e poeti, tra cui il M° Vince Tempera. Dopo questo successo entrò nel novero dei soci onorari dell'Arca dei Folli, in qualità di membro più giovane, di un gruppo di artisti di fama internazionale.

I musicista Giuseppe Neroni e Roberto, Pagnanelli, presenteranno due loro brani, che illustrano le sette leggi ermetiche universali, dell'alchimista Trismegisto. Di questo progetto verranno presentati Creazione: tu crei, e Karma: tu sei causa ed effetto.

Nel suo libro, “Note Segrete” Michele Bovi, fa luce sulle inaspettate connessioni tra il mondo della musica italiana e la malavita, e i servizi segreti, dei vari stati, che cercarono di indirizzare, a fini istituzionali dell'antiterrorismo, il disagio giovanile, attraverso la collaborazione di molti artisti.

Così il giornalista Maurizio Costanzo, su note segrete: “Il racconto di Michele Bovi è straordinariamente vivo e originale. La sensazione è che anche i più accaniti affaristi e manipolatori siano riusciti a mostrare il loro lato migliore: la passione per la musica”.

Un capitolo del libro è stato dedicato al primo direttore dell'Arca , il Cav. Prof. Micio Gian Paolo Proietti, ricordandone la figura di quando egli era dirigente dell'EMI a Milano, ricoprendo per i servizi italiani, il ruolo di osservatore a contrasto dei nascenti movimenti rivoluzionari, ma egli svolse le sue mansioni di dirigente musicale, con assoluto amore per la musica, andando oltre il proprio ruolo istituzionale, protesse e promuovette l'immagine di molti artisti, così fece con Francesco Guccini, da lui fatto approdare alla RAI. Ampie pagine sono dedicate a Vince Tempera, amico di Micio in quegli anni, attuale direttore artistico dell'Arca: Nel 1974 al Parco Lambro di Milano per il Festival del proletariato giovanile attorno alla Premiata Forneria Marconi, agli Area e a noi che ci chiamavamo Il Volo” – ricorda il maestro Vince Tempera – “c’erano più osservatori delle forze dell’ordine che appassionati di rock progressivo. Un’attenzione giustificata dai fermenti politici, culturali e generazionali, dai timori per il diffondersi dell’uso delle droghe, dal fenomeno crescente del terrorismo”.

A ricordare Micio, vi sarà la testimonianza del Presidente dell'Arca dei Folli Danilo Tomassetti, il quale ha scritto diversi racconti, trasformando Micio in un nobile feudale, le confidenze e aneddoti le traslò al tempo medioevo, facendo di Micio eroe da novella. Saranno presenti altri amici, che ne hanno avuto il privilegio, di conoscere questo personaggio di un carisma unico.

La XV edizione del Cupra Musica Festival, organizzato dal Comune di Cupra Marittima, assessorato alla cultura Mario Pulcini, e Pro Loco di Cupra Martittima, direttore artistico il M° Davide Martelli. Promotori evento A.C. L'Arca dei Folli, Commenda CCCi KPR Aretha, Gran Priorato delle Marche, Patrocinio della Confederazione del CCCi confederazione internazionale cavalieri crociati di Malta- Assisi, guardiani di Pace.

Michele Bovi, musicista, scrittore, giornalista, alla RAI è stato caporedattore centrale del Tg2, dirigente di Raidue e capostruttura per l’intrattenimento Raiuno. Ha ideato programmi TV di successo come Eventi Pop, I ’60 a colori, TG2 Mistrà, DaDaDa, TecheTecheTe’, Segreti Pop. Il suo libro, “Note Segrete - Eroi, spie e banditi della musica italiana” edito da Graphofeel Edizioni, fa luce sulle inaspettate connessioni tra il mondo della musica italiana e la malavita.

Così il giornalista Maurizio Costanzo descrive il libro “Il racconto di Michele Bovi è straordinariamente vivo e originale. La sensazione è che anche i più accaniti affaristi e manipolatori siano riusciti a mostrare il loro lato migliore: la passione per la musica”.

Vince Tempera, direttore artistico dell'Arca dei Folli, si è diplomato al Conservatorio in pianoforte e composizione, riconosciuto come uno dei massimi direttori d’orchestra del Festival di San Remo, di vari Eurofestival e numerosi programmi televisivi.

Poliedrica la sua attività, autore, tra l'altro, delle musiche per i cartoni animati: Ufo Robot, Goldrake, Remi, Anna dai capelli rossi. E sono più di 70 le colonne sonore composte dal maestro per film italiani e stranieri, e milioni i dischi venduti con canzoni come Na-no Na-no, Soleado, ecc. Numerosi artisti italiani e stranieri di fama internazionale hanno scelto Tempera come arrangiatore dei loro successi.

Tra gli altri Guccini, Battisti, Branduardi, Leali, Zucchero, Venditti, i Nomadi e ancora Arthur Conley, Wilson Pickett, Dee Dee Bridgewater, Ray Charles e Mercer Ellingtone ecc. Scopritori di talenti, quali Fabi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-08-2017 alle 23:29 sul giornale del 31 agosto 2017 - 724 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMzU





logoEV