disagi, infrastrutture e maltempo: qualche appunto e qualche dis...appunto !

2' di lettura 14/08/2017 - "Gli esperti annunciano che fra pochi giorni il quadro metereologico cambierà notevolmente con riduzione significative delle temperature e forti acquazzoni. Ormai è diventato usuale che molte vie della città allagano Una Situazione di disagio e di impotenza che si perpetuano da tempo.

Senza soluzione alcuna da parte dei tecnici Nel recente passato sono stati spesi ingenti somme di denaro pubblico con l'unico risultato che le vie continuano ad allagarsi e i cittadini a subire disagi e danni. E' giunto il tempo che questa incredibile situazione venga risolta definitivamente, ponendo in essere soluzioni tecniche efficaci e moderne rispetto ai cambiamenti climatici in atto dei quali dovremmo tutti prendere coscienza. Analizzando nello specifico la situazione della rete fognaria della nostra città.

Il pensiero corre alla vetustà delle fognature, realizzata in presenza di una minore popolazione, con minori servizi e con carichi di cemento inferiori rispetto all'attuale momento E' di tutta evidenza quindi che di fronte a masse di acque imponenti e violente, le stesse hanno difficoltà a defluire.

Ciò premesso, la situazione deve essere analizzata nella sua interezza in tempi rapidi, se non vogliamo assistere ad episodi maggiori di allagamenti che trasformeranno la nostra città in una laguna permanente, proiettando una pessima immagine turistica.

Quindi, al fine di evitare questi continui ed incresciosi episodi, occorre porre in essere soluzioni tecniche radicali atte a pulire costantemente le caditoie che appaiono occluse in diversi punti dell della nostra città con presenza di fogliame e terriccio provenienti dai fossi e terreni dei paesi limitrofi e non solo . Più volte ho ribadito che la manutenzione dei fossi, dei terreni incolti e la conservazione dei boschi, sono fattori determinanti per prevenire queste situazioni alluvionali.

Non appare difficile reperire, allo stato attuale , nel letto dei fossi, bottiglie di plastica ed altro materiale; gli stessi sembrano discariche e depositi di immondizie.

Non possiamo quindi continuare a subire danni anche per la mancata pulizie dei fossi limitrofi che durante le piogge trasportano detriti di ogni genere..Essi si depositarsi nelle caditoie della nostra città intasandole Dunque occorre sollecitare i proprietari dei terreni limitrofi e le Istituzioni, a pulire i fossi, a rimuovere qualsiasi cosa che possa tracimare a valle, causare danni alla nostra rete fognaria e ai cittadini

In riferimento alla situazione della rete fognaria della nostra città, è indispensabile la manutenzione continua ed accurata delle caditoie, apportando modiche innovative laddove necessitano.

I cittadini, ormai sono stufi di tanti disagi e chiedono come mai, dopo essere stati investiti ingenti somme di denaro per la sistemazione delle fogne, i problemi persistono e continuano gli allagamenti ad ogni pioggia. E' giunto il tempo di individuare le responsabilità."


da associazione -Punto Aiuto Cittadino -





Questo è un articolo pubblicato il 14-08-2017 alle 12:19 sul giornale del 16 agosto 2017 - 342 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di San Benedetto del Tronto, Associazione Punto Aiuto Cittadino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMbP





logoEV