Montemonaco: polemiche per la turbina alla Processione, un nostro lettore precisa alcuni fatti

1' di lettura 24/01/2017 - Un nostro lettore, residente ad Altino di Montemonaco ci ha inviato delle precisazioni che riportiamo testualmente. “Per poter salire ad Altino è indispensabile scendere da Montemonaco, liberando la stessa strada su cui si è svolta la processione”.

Riguardo all’allevamento di cavalli che non sarebbe stato raggiunto subito dalla turbina, come segnalato da un ristoratore della zona, ha aggiunto: “Due ordinanze del Sindaco ingiungono da oltre due anni la demolizione di queste tettoie abusive e l’allontanamento dei cavalli per motivi per motivi igienici”.

L’ avvenimento della turbina dirottata per la Processione era stato ripreso da numerosi media anche a livello nazionale. Il sindaco Onorato Corbelli ha replicato “che la turbina è stata utilizzata solo 15 minuti" per aprire dei posti auto presso la chiesa di Santa Maria in Casalicchio a Tofe di Montemonaco in occasione della processione. Questa la risposta alle polemiche sollevate da un ristoratore e un residente della zona, precisando che il mezzo "non ha preceduto né seguito la processione, che per altro si svolge da tempo immemorabile da Montemonaco a Tofe, con qualsiasi tempo". La turbina utilizzata è stata fornita dai vigili del fuoco di Bolzano.


di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 24-01-2017 alle 23:14 sul giornale del 25 gennaio 2017 - 868 letture

In questo articolo si parla di cronaca, san benedetto del tronto, articolo, Roberto Guidotti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFLH





logoEV