Il sanbenedettese Eugenio Coccia è il nuovo rettore del GSSI

2' di lettura 09/08/2016 - Lunedì 8 agosto la nomina. Eugenio Coccia, già direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN dal 2003 al 2009 e del GSSI nel triennio sperimentale dell’Istituto, attivato all’Aquila nel 2013 dall’INFN è fisico sperimentale, professore ordinario all’Università di Roma “Tor Vergata” e conosciuto per la sua attività nella fisica astroparticellare e in particolare nella ricerca delle onde gravitazionali.

È tra gli autori della loro recente scoperta e delle prime osservazioni dirette dei buchi neri.

Il neo-Rettore è stato eletto dal Senato Accademico Provvisorio del GSSI e inizierà il suo mandato dopo il decreto di nomina da parte del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il Decano del Senato Accademico e dei docenti del GSSI, Professor Sergio Petrera dell’Università dell’Aquila, commenta così l’esito: “L’elezione del Professor Coccia a primo Rettore del GSSI è il risultato più atteso da tutta la comunità del GSSI, dal più giovane allievo al Professor Carlo Rubbia, e il coronamento di un percorso in cui il neoeletto ha profuso tutte le sue energie”.
“Congratulazioni a Eugenio Coccia, che in questi anni di transizione ha svolto un grande lavoro per portare questa esperienza al meritato riconoscimento di Scuola Superiore”, commenta Fernando Ferroni,

Presidente dell’INFN. “È stata una bella avventura e come INFN siamo fieri del ruolo svolto. Buon lavoro al neo-Rettore”.

“Auguri al Professor Eugenio Coccia per questo meritato riconoscimento” sono formulati anche da Paola Inverardi, Rettrice dell’Università dell’Aquila, che aggiunge: “Eugenio ha rappresentato in questi anni la visione, la sperimentazione, e oggi la realizzazione di una nuova istituzione, il GSSI, che complementa, accresce e rafforza il patrimonio di conoscenza e competenze presenti all’Aquila. L’Università lavorerà in assoluta sintonia con il GSSI per fare di questa città un punto di riferimento per la formazione e la ricerca. Buon lavoro Eugenio!”.

Il Direttore dei Laboratori del Gran Sasso dell’INFN, Stefano Ragazzi, fa eco ai suoi colleghi: “Innanzi tutto congratulazioni a Eugenio Coccia per il brillante risultato conseguito. Guardando al futuro, Eugenio rappresenta la certezza di un nostro comune impegno per fare dell’Aquila un riferimento mondiale per la formazione e la ricerca”.

Per il sanbenedettese, conosciuto a livello accademico soprattutto perchè tra gli autori della rivoluzionaria pubblicazione sulle onde gravitazionali, continuano così le soddisfazioni e i riconoscimenti professionali per una carriera ancora tutta da 'scoprire'.






Questo è un articolo pubblicato il 09-08-2016 alle 12:01 sul giornale del 10 agosto 2016 - 490 letture

In questo articolo si parla di attualità, Alessia Rossi, articolo, Eugenio Coccia San Benedetto del Tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/az7w





logoEV