3B Meteo: “Arriva l’ANTICICLONE ‘ITALO-AFRICANO’ nel weekend, ma durerà poco”

2' di lettura 17/02/2016 - Edoardo Ferrara: “Meteo dinamico sull’Italia; dal maltempo all’alta pressione in pochi giorni. Domenica primaverile su mezza Italia”.

“Italia ancora bersaglio del maltempo, in particolare giovedì toccherà al Sud” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, che spiega – “Rovesci e temporali anche di forte intensità colpiranno le nostre regioni meridionali, specie tra Sicilia, Calabria e medio-bassa Puglia, il tutto accompagnato da un calo delle temperature dopo i valori eccezionalmente miti di questi giorni, più consoni al mese di Maggio con punte di 25-26°C. Attenzione anche al vento che soffierà forte al Sud e sulle Isole tra Ponente e Maestrale. Nel frattempo al Centronord la situazione andrà lentamente migliorando, salvo qualche pioggia recidiva tra Lazio ed Abruzzo. Tra venerdì e le prime ore di sabato avremo ancora della variabilità con qualche pioggia possibile da Ovest verso Est, in particolare su tirreniche, Appennino e al Sud, ma si tratterà di fenomeni in genere poco organizzati e di veloce passaggio”.

Nel weekend si cambierà rapidamente registro con il ritorno dell’alta pressione” – prosegue l’esperto – “Anticiclone di matrice nord africana che avrà il suo culmine nella giornata di domenica, quando prevarranno condizioni di bel tempo su gran parte della Penisola. Non solo, ma le temperature saranno in nuovo netto aumento, su valori praticamente primaverili. Punte nuovamente di oltre 17-18°C sono attese al Centrosud, in particolare sulle aree interne, ma fino a 15-16°C anche sulla Valpadana –prosegue Ferrara –“Molto mite anche in montagna, con picchi di oltre 11-12°C a 1000m nella giornata di domenica. Una impennata termica che alzerà il livello di rischio valanghe su Alpi e Nord Appennino”.

La pausa anticiclonica potrebbe tuttavia durare poco, con probabili nuove perturbazioni atlantiche in nella prossima settimana i cui effetti rimangono ancora tutti da valutare. Le temperature saranno in nuovo calo, ma al più intorno alle medie del periodo; ad oggi non si intravedono infatti ancora ondate di freddo rilevanti sino a fine mese; il grande gelo sembra restare confinato sul Nordest Europa” – conclude l’esperto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2016 alle 18:34 sul giornale del 18 febbraio 2016 - 994 letture

In questo articolo si parla di attualità, 3bmeteo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atPu





logoEV