Bando assunzioni Picenambiente: l'Ugl ribadisce l'assoluta necessità dell' azzeramento della selezione

Picenambiente 2' di lettura 16/02/2016 - La PICENAMBIENTE ha postato sul suo sito l’elenco degli ammessi al 2° esame – prova pratica operativa e poi ha sottolineato “ si avvisa che coloro che hanno presentato una domanda di ammissione alla selezione e il proprio nominativo non è incluso nella presente lista, rientrano tra i candidati risultati esclusi per non superamento della prima prova e/o per mancanza di uno o più dei requisiti e/o delle condizioni previste dal relativo avviso di selezione, motivazioni generali riportate in calce alla presente comunicazione. Si comunica che non vengono fornite e/o rilasciate delucidazione e/o informazione telefoniche”; poi di seguito ha riassunto i motivi degli esclusi con i relativi numeri.

Ma udite, udite, il calendario della seconda prova pratica che inizia il 18/02/2016 e termina il 22/03/2016 prevede che siano ammessi alla seconda prova pratica tutte le 618 persone che avevano fatto la domanda iniziale; una confusione totale; ma di più, nessun partecipante sa di essere stato escluso, ma si deve presentare e poi vedere dentro il bussolotto se risulta incluso od escluso. Non sappiamo se siano esatti il numero degli esclusi ed il motivo di esclusione; ma sicuramente il colloquio non era motivo di esclusione o inclusione, ma dava soltanto punti da 0 a 25 senza tetto minimo di accesso alla seconda prova pratica.

E’ un cattivo ginepraio che ci offre una pessima immagine di come la PICENAMBIENTE sta facendo questa selezione.

Già c’è il quadro opaco di selezione ad personam, per di più a ridosso di elezioni amministrative con maliziose interpretazioni di voto di scambio; ora dobbiamo registrare una confusione sconcertante, un disagio terribile di tutti i candidati perché pur invitati a presentarsi nel giorno e nell’ora stabilita non sanno se potranno fare la prova pratica oppure essere considerati esclusi.

Faremo volentieri a meno di fotografare questo quadro desolante; avremmo preferito linguaggio schietto, procedure nette e prese di posizioni pubbliche di Sindaco e Presidente PICENAMBIENTE .
Certamente la confusione dei ruoli, pubblico-privato la gestione consociativa, i conflitti di interesse hanno reso goffa, sconcertante, scandalosa questa selezione; non occorreva che ci mettesse del suo anche questa pasticciona e contraddittoria comunicazione aziendale. Dispiace soprattutto che vengano sacrificati e calpestati nella dignità e nel diritto i 618 partecipanti alla selezione.

La UGL ritiene assolutamente necessaria, anche confortata maggiormente da questa confusione colpevole, l’azzeramento della procedura di selezione n. 9/2015; anche nell’interesse della stessa PICENAMBIENTE e del Sindaco della Città.

Per conferma di quanto scritto vedere sito PICENAMBIENTE www.picenambiente.it (bandi e concorsi).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-02-2016 alle 19:35 sul giornale del 17 febbraio 2016 - 657 letture

In questo articolo si parla di lavoro, ugl, bando Picenambiente San Benedetto del Tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atMW





logoEV