Stadio F.lli Ballarin, quando Pasolini e Davoli vi giocarono 40 anni fa

1' di lettura 22/01/2016 - Mentre i sambenedettesi si dividono sul futuro del glorioso stadio F.lli Ballarin, vogliamo raccontare una storia che ha per protagonisti proprio il vecchio campo sportivo e uno dei maggiori intellettuali del nostro paese, la cui scomparsa è commemorata in questi mesi con diverse iniziative: Pier Paolo Pasolini.

Un mese e mezzo prima dalla sua morte, precisamente il 14 settembre, il regista e scrittore e poeta, venne a San Benedetto per una partita di calcio. Si trattava di un match amichevole sul campo dell’ex stadio Ballarin tra le vecchie glorie della Samb e la nazionale italiana artisti. L’evento fu organizzato dal giornalista e agente turistico sambenedettese Alberto Perozzi insieme a Carlo Luzi, oggi commerciante di fiori ma con un breve passato nel cinema. L’episodio è raccontato in un blog locale che menziona tra l’altro i giornali dell’epoca. Pasolini fu accompagnato dal suo storico amico Ninetto Davoli.

Grazie a lui ci fu l’aggancio con Luzi che convinse entrambi a partecipare alla partita. Anche altri vip come George Anderson, Max Din, Don Backy, Philippe Le Roy vennero e sfidarono i rossoblu che uscirono vittoriosi, cosa che in questi casi non ha molta importanza. Il giorno dopo Pasolini e Davoli furono ospitati a pranzo da Luzi e famiglia.

In quell’occasione promise un suo ritorno a San Benedetto. Non fu più possibile; il 2 novembre 1975 l’autore di “Ragazzi di vita” sarebbe stato assassinato sulla spiaggia di Ostia, in un delitto che ancora oggi conserva misteri sulle motivazioni e mandanti.


di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2016 alle 22:09 sul giornale del 23 gennaio 2016 - 714 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di San Bendetto del Tronto, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asOP





logoEV