Legambiente: raccolta rifiuti porta a porta, i possibili miglioramenti e un corso di supporto

2' di lettura 10/01/2016 - 'Avvertiamo un malumore da parte di associazioni, movimenti di cittadini e comitati di quartiere circa la raccolta differenziata spinta fatta con l'utilizzo dei mastelli.'

'Secondo Legambiente la raccolta differenziata è un percorso di civile convivenza dal quale nessun cittadino può esimersi e non esiste alcuna possibilità di tornare indietro al vecchio metodo di raccolta dei rifiuti.

Riguardo il metodo di raccolta, adottato da molte Amministrazioni picene e realizzato dalla Picenambiente con l'utilizzo dei mastelli "il porta a porta spinto", forse potrebbe essere migliorato, ma è l'unica soluzione che ci porterebbe al raggiungimento dell'obiettivo imposto dall'Europa, cioè: riciclaggio del 70% di rifiuti urbani e dell'80% dei rifiuti riciclabili.

A tal proposito, vogliamo ricordare che la Commissione dell’Unione europea ha recentemente approvato una serie di misure per aumentare il tasso di riciclo negli Stati membri e facilitare la transizione verso “un’economia circolare”: un sistema in cui tutte le attività, a partire dall’estrazione e dalla produzione, sono organizzate in modo che i rifiuti di qualcuno diventino risorse per qualcun’altro. Si tratta di un sistema opposto a quello attuale definito “lineare”, che parte dalla materia e arriva al rifiuto e quindi allo smaltimento.

Avanti quindi con la raccolta porta a porta spinta, ma migliorare l'informazione verso il cittadino, con campagne informative più incisive, supporto tecnico e quant'altro serva a migliorare il servizio adottato dalle Amministrazioni comunali e dalla Picenambiente.

Allo scopo, Legambiente sta organizzando un corso per volontari al fine di formare figure in grado di dare un concreto supporto al cittadino, alle scuole, alle strutture turistiche e alle attività commerciali al fine di migliorare il conferimento dei rifiuti organici e riciclabili sfruttando l'attuale metodo di raccolta differenziata fatta con i mastelli.

Smaltire correttamente i rifiuti in modo differenziato ci aiuta a proteggere l'ambiente, quindi la nostra salute, evitando discariche ed inceneritori.

Il recupero di carta, vetro, alluminio e plastica, ci permette di risparmiare materie prime, cioè risorse naturali che possono essere lasciate alle generazioni future. '


da Legambiente San Benedetto del Tronto




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-01-2016 alle 17:28 sul giornale del 11 gennaio 2016 - 523 letture

In questo articolo si parla di attualità, raccolta differenziata San benedetto del Tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asmw





logoEV