Massignano: un motoraduno diverso dai soliti

1' di lettura 14/09/2015 - In occasione della festa Madonna del Soccorso che si svolge la seconda domenica di settembre, si è tenuto a Massignano il raduno motociclistico, ormai giunto alla sua XXIII edizione.

Numerosa è stata la partecipazione dei centauri che ha superato le 130 iscrizioni. Variegata la provenienza; sono intervenuti, oltre che dai paesi confinanti, anche da fuori regione, ciò significa che è divenuto, per gli appassionati, un appuntamento al quale non si deve mancare. Un raduno all’insegna dell’amicizia tra motociclisti e per la devozione degli stessi verso la Madonna del Soccorso.

Le moto più antiche: una Bianchi del 1933 e una Guzzi del 1937 di proprietà di due signori del posto. Presente anche un sidecar Ural di costruzione russa risalente ai primi anni 70. Nel corso della manifestazione si è tenuto: una colazione a base di vermuth, una sfilata al rombo di motori con parcheggio in piazza Garibaldi per mettere a disposizione le motociclette per i curiosi, benedizione dei mezzi e piloti con lettura della preghiera del motociclista, letta da un rappresentante dei partecipanti.

A coronamento della giornata un pranzo offerto dal comitato a base di specialità locali, il giro turistico dei tre colli (Montefiore dell’Aso, Campofilone e Massignano) e premiazione finale, con un presente consegnato ad ogni gruppo partecipante.

Un raduno tra persone accomunate dalla passione per le moto che si ritrovano per trascorrere insieme una domenica diversa dai soliti incontri del settore. Il comitato organizzatore molto soddisfatto della riuscita dell’evento dà appuntamento ad appassionati e non al prossimo anno per la XXIV edizione.


di Luigi Verdecchia
redazione@viveresanbenedetto.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-09-2015 alle 14:29 sul giornale del 15 settembre 2015 - 623 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Luigi Verdecchia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/an61





logoEV