Grottammare: al via il progetto 'Beyond the Sea', l'incontro di due culture per creare un suono 'unico'

10/09/2015 - E’ previsto per domenica 13 settembre una doppia iniziativa: le prove aperte all’aperto del laboratorio teatrale Al di Là del Mare alle ore 11,00 in piazza Fazzini a Grottammare e l' azione teatrale 'Al di Là del Mare' alle ore 21,00 presso la Sala Kursaal di Grottammare

Le azioni teatrali rappresentano la fase conclusiva del progetto “Beyond the Sea”, sette giorni di laboratori, incontri e seminari completamente gratuiti destinati a 18 ragazzi, 10 italiani e 8 albanesi, che, dopo essere stati opportunamente formati sulla storia, la cultura, gli usi ed i costumi dei due paesi che ospitano il progetto, si sono addentrati nel mondo del teatro, grazie ad Antonella Talamonti e Teatro Due Mondi, che da oltre 20 anni porta i suoi spettacoli nelle strade e nelle piazze di tutto il mondo senza fare nessuna distinzione fra importanti festival di grandi città e le piazze di piccoli paesi di campagna.
Beyond the Sea è un progetto Erasmus plus (un programma europeo per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport) finanziato dall’Agenzia Nazionale Giovani, che vuole dare ai giovani l’opportunità di discutere e confrontarsi sui temi della partecipazione giovanile, della cooperazione allo sviluppo e del dialogo interculturale e allo stesso tempo acquisire conoscenze su altri paesi e culture.

Beyond the Sea ha l’obiettivo di:

− creare una rete internazionale di giovani attivi nel settore della gioventù, che, dopo lo scambio internazionale, siano in grado di operare efficacemente a livello locale, realizzando iniziative a favore dei giovani;

- incoraggiare lo scambio e favorire la costruzione di relazioni tra giovani di realtà culturali diverse, che consentano di apprendere, l’uno dall’altro, esperienze e percorsi di vita significativi per la crescita personale e professionale.

L'esperienza formativa e di mobilità internazionale, finanziata dall'Agenzia nazionale giovani (Ang), è stata sviluppata grazie alla rete tra l'associazione Tandem Interculturale e Acli Ipsia di Scutari (Albania), entrambe attive nel settore della gioventù.

Tandem Interculturale è un'associazione senza scopo di lucro (Onlus) nata nel maggio del 2014 che opera nei settori dei diritti umani, della costruzione della pace e dell’educazione allo sviluppo. Nel settore giovanile Tandem promuove la partecipazione attiva dei ragazzi, la mobilità internazionale e l’interazione tra le culture, attraverso le espressioni artistiche.

Acli - Ipsia, è attiva dal 2007 e persegue vari obiettivi:

Promuovere iniziative di Cooperazione allo Sviluppo e sensibilizzare l’opinione pubblica sull’uso delle nuove tecnologie a sostegno di Pace e Sviluppo;
Promuovere il Servizio Civile, sostenendo il volontariato e fornendo uno spazio organizzato per i membri delle Acli e per gli operatori dei servizi sociali;
Favorire e intraprendere attività educative per lo sviluppo, al fine di incoraggiare il rispetto culturale e religioso, l’impegno ambientale e la riduzione delle disuguaglianze;
Stimolare la partecipazione attiva dei singoli cittadini alla vita pubblica, in particolare coinvolgendo i giovani.

L’Associazione Acli Ipsia ha sede nella città di Scutari (Albania), la culla della cultura albanese.

In che cosa consiste l’esperienza teatrale prevista dal progetto europeo “Beyond the Sea:US”? Il laboratorio che il Teatro due Mondi (il regista Alberto Grilli e la compositrice e formatrice Antonella Talamonti) tiene in questi giorni nell’ambito del progetto succitato si prefigge come obiettivo la costruzione di azioni teatrali su temi che riguardano il nostro vivere come cittadini del mondo. Il teatro può essere una concreta ed incisiva modalità per dialogare con il territorio su questioni di grande attualità ed è un mezzo efficace di comunicazione fra e con gli individui: ci offre la possibilità di incontrare l’altro, ci stimola ad aprirci, ad abbattere barriere e pregiudizi ed ad impegnarci.

La presenza di ragazzi provenienti da paesi diversi, Albania e Italia, che sono divisi dal mare, ci regala la possibilità di parlare dell’altro, conosciuto o non conosciuto, che si bagna nella stessa acqua, condivisa. Come superare le barriere che ci dividono, come vincere la storia che ci accomuna, come nuotare tra diverse sponde in una continua ricerca di conoscenza: queste le domande che rivolgiamo ai partecipanti e questi i territori di ricerca. Cerchiamo canzoni, storie, parole e suoni da scambiarci reciprocamente, imparare ascoltando l’altro, imitandolo, indossando i suoi panni. I partecipanti propongono temi e punti di vista, azioni ed improvvisazioni.

Tutto viene rielaborato in gruppo e si distillano situazioni, musiche e parole che possono restituire al pubblico un punto di vista collettivo, il risultato dell’incontro di vite diverse che non hanno paura del confronto. Nel corso degli incontri ai partecipanti vengono proposti strumenti di training vocale, lavoro sulla presenza, suono, ritmo e sull’improvvisazione con canti e parole valorizzando il background di ognuno. Fare con quello che c’è. Creare a partire dal proprio suono, dalla propria storia e dalle proprie esperienze.

Sono intervenuti:
Ass. Daniele Mariani
Ass. Lorenzo Rossi
Klementina Grimci – referente Tandem Associazione Interculturale Onlus
Veronica Grandoni – Collaboratrice Tandem Associazione Interculturale
Antonella Talamonti – Compositrice e formatrice, collabora con il teatro due Mondi
Aleksandra Kumbuli – rappresentante associazione Acli Ipsia di Scutari
Lirim Gela – uno dei ragazzi partecipanti al progetto





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-09-2015 alle 22:38 sul giornale del 11 settembre 2015 - 690 letture

In questo articolo si parla di attualità, tandem, comune di Grottammare!comune di Cupramarittima, Associazione Tandem Interculturale Grottammare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anZu





logoEV