Roma: omicidio Sarchiè, manifestazione davanti al Ministero Grazia e Giustizia della figlia Jennifer e altre associazion

1' di lettura 24/06/2015 - Si è svolta il 22 giugno, nel giorno in cui Pietro Sarchiè avrebbe compiuto 63 anni, la manifestazione davanti al Ministero di Grazia e Giustizia da parte di Jennifer Sarchiè, dell’ Associazione C’è ed anche dell’Associazione SOS Italia.

Le richieste erano chiare e sono state esposte anche con striscioni e magliette: “No al rito abbreviato” per chi si è reso colpevole di assassinio come i Farina, accusati dell’omicidio di Pietro e per tanti altri rei di omicidi anche abbastanza noti nelle cronache giudiziarie nazionali.

Molto significativo è stato il fatto che Jennifer insieme alla presidente dall’Associazione 'C’è' Marina Brasiello è stata ricevuta dal Capo di Gabinetto del Ministero, un invito anche abbastanza inusuale, in modo da spiegare le ragioni della manifestazione. La stessa Jennifer a proposito della giornata di ieri ha commentato: “Abbiamo manifestato e detto la nostra contro questa malagiustizia, contro il rito abbreviato, sconti di pene, procure che lavorano male, giudici disumani e superficiali con sentenze assurde e spesso ridicole, omicidi stradali sempre sottovalutati... una lotta che dovrebbe interessare molti e invece siamo ancora troppo pochi”.

Nei giorni scorsi una lettera del presidente di 'SOS Italia' Paolo Bocedi che esponeva la contrarietà al rito abbreviato inviata al Ministro Andrea Orlando, ha ricevuto una risposta tramite la sua segretaria, che assicurava di aver preso in considerazione il contenuto della missiva.


di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2015 alle 07:52 sul giornale del 25 giugno 2015 - 458 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di San Bendetto del Tronto, articolo, omicidio sarchiè, Jennifer Sarchiè

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ak6J





logoEV