Cucuzza (FI): 'L’approvazione della variante era un ultimo tentativo di rilanciare l’area e lo stesso sviluppo della città'

ex zuccherificio fano 1' di lettura 20/02/2015 - La bocciatura della delibera, non rappresntenta una pagina della storia di centrodestra che si chiude, ma poteva diventare una grande opportunità di dare lavoro alle aziende che vi si sarebbero insediate, soprattutto ai giovani.

Quali sono i motivi per cui era favorevole alla delibera sulla variante?

"Il primo motivo è di natura 'ambientale' nel senso che oltre all'Ex Zucchrificio, una volta che gli oneri di urbanizzazione sarebbero stati pagati dalla Proprietà, avremmo potuto riqualificare anche il centro storico; il secondo motivo è di natura economica, ovvero non solo nuovi posti di lavoro, ma anche un incentivo allo sviluppo delle imprese con il benestare delle associazioni di categoria (Confcommercio, Confesercenti etc), nonostante la proprietà abbia ridotto a 7.500 i mq che potevano diventare commerciabili; per finire anche la Provincia aveva un parere favorevole per la delibera".

Come vede, quindi, l'area dell'ex Zuccherificio da qui a 20 anni?

"Purtroppo la bocciatura della delibera, fa riflettere sul fatto che la Giunta non ha espresso delle alternative, e che si sia mossa su un rimbalzo di responsabilità, a partire dal fatto che 'hanno scelto di non scegliere' lasciando il tutto nelle mani del Consiglio. Molto probabilmente tra 20 anni si riusciranno ad intravedere delle modifiche, una miglioria dell'area, ma non per ora".






Questo è un articolo pubblicato il 20-02-2015 alle 09:21 sul giornale del 21 febbraio 2015 - 936 letture

In questo articolo si parla di politica, ex zuccherificio fano, articolo, Angela Fandra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afE1





logoEV