La Fideas srl ospita una delegazione dal Kosovo

5' di lettura 16/09/2014 - Il Kosovo a prevalente etnia e lingua albanese, dopo la fine della guerra nel 1999 si è proclamato indipendente dalla Serbia nel febbraio 2008 con riconoscimento ufficiale da parte dell’Unione Europea e degli USA (ma non da parte della Serbia, della Federazione Russa e di altri Stati). Questa situazione ha ingenerato tensioni politiche che comunque non hanno ostacolato la crescita di questo nuovo paese (il più giovane d’Europa) e l’interscambio con l’Italia favorito anche dall’adesione dell’Euro come moneta nazionale.

La Fideas srl di Offida, nella persona del Pesidente Giuliano Bartolomei, sin dall’inizio ha sviluppato e consolidato rapporti ufficiali con questo nuovo stato ospitando delegazioni ufficiali governative, dell’associazione nazionale dei comuni e di altre organizzazioni pubbliche (Comuni, Agenzie locali di Sviluppo, Università, etc.) e private (Imprese, cooperative, società di consulenza).

In questo ambito dal 10 al 13 settembre la FIDEAS ha ospitato nel Piceno una delegazione di 20 operatori istituzionali e privati provenienti da 4 comuni del Kosovo a prevalenza serba: ZVEČAN e LEPOSAVIĆ nel Nord, LIPJAN e GRAČANICA nel centro vicino alla capitale Prishtina.

I 4 comuni insieme sommano oltre 100.000 abitanti, per il 95% di etnia e lingua serba. Le 4 città sono piene di storia antica: dalla Fortezza Medioevale di Zvečan al Monastero ortodosso di Gračanica (Patrimonio Unesco) sino a Lipjan, città fondata in epoca romana col nome di Ulpiana (felice coincidenza col nome dell’Istituto Tecnico Agrario Ulpiani di AP).

Della delegazione facevano parte, altea imprenditori, tecnici e consulenti : due Vicesindaci: Nebojsa MILOVANOVIC del Comune di Gracanica, Miodrag ACIC del Comune di Zvecan, quattro Dirigenti Comunali, Mimoza KARAMETA, Project coordinatore del Comune di Lipjan, Sandra STEVIC, Capo Gabinetto del Sindaco di Gracanica, Miroslav STOLIC, Project coordinator del Comune di Gracanica, Aleksandar STOJANOVIC, Project Manager del Comune di Zvecan, due Docenti universitari della facoltà di Agricoltura dell’Universita’ di Mitrovica ossia Nebojsa LALIC e Bozidar MILOSEVIC con due manager cooperativi Predrag KAPETANOVIC, Presidente della cooperativa agricola di Gracanica e Dragan KUKUREKOVIC, Direttore della cooperativa agricola di Gracanica.

Durante la sua permanenza nel Piceno la delegazione è stata ufficialmente ricevuta a livello istituzionale da:

- amministrazioni Comunali di Ascoli Piceno (Presidente del Consiglio Comunale Marco Fioravanti), Grottammare (Vice-sindaco Alessandro Rocchi) ed Offida (Sindaco Valerio Lucciarini, vice-sindaco Isabella Bosano e dagli assessori Roberto D’Angelo e Piero Antimiani), che hanno manifestato unanime interesse alla cooperazione in campo economico e culturale tra le cittadine coinvolte; oltre al Gruppo di azione Locale Gal Piceno, nelle persone del Presidente Domenico Gentili e del Direttore Marina Valentini, che si sono confrontati coi presenti sulle azioni del Gal Piceno per la promozione del suo territorio rurale.

- Centro Agro-Alimentare Piceno, dove hanno avuto modo di visitare ed incontrare (BtoB) alcune aziende insediate e di confrontasi con l’Amministratore Delegato Avv. Valeria Senesi che ha illustrato il ruolo del CAAP (a prevalente capitale pubblico) nella promozione dell’Agro-Alimentare Piceno anche in vista del’Expo 2015 “Nutrire il Pianeta” a Milano;

- Istituto Tecnico Agrario Celso Ulpiani di Ascoli Piceno, specializzazione in enologia, dove sono stati ricevuti dai Prof. Luigi Costantini, dal Dott. Roberto D’Angelo e dalla preside Maria Luisa Bachetti, che hanno illustrato le attività della scuola e mostrato i lavoratori e l’azienda annessa;

- Università Politecnica delle Marche presso la sede di Porto d’Ascoli dove sono stati ricevuti ed hanno avuto modo di confrontarsi con 2 professor della Facoltà di Agraria (Ester Foppa Pedretti e Franco Capocasa) ed un docente di Economia (Beatrice Camaioni) sul ruolo della cooperazione per lo sviluppo rurale, con particolare riferimento all’ortofrutta. Sono state anche valutate opportunità di cooperazione tra le istituzioni universitarie nell’ambito del Programma Erasmus Plus KA2 - PARTENARIATI STRATEGICI ISTRUZIONE SUPERIORE.

Scopo della visita era quello di confrontarsi sul ruolo della cooperazione nello sviluppo di un’area regionale a vocazione agricola e pertanto la delegazione si è incontrata con numerosi cooperatori locali quali: Consorzio Fabbrica Cultura nella persona del Presidente Antonella Nonnis che ha presentato l’organizzazione ed i progetti di Fabbrica Cultura anche per lo sviluppo locale; Idrea nella persona dell’Amministratore Andrea Mora che li ha guidati presso i musei ed ospitati preso la struttura alberghiera gestita da Go-Italy; Vinea, nelle persone del direttore Luigi Massa e Vice-Presidente Pompilio D’Angelo che li ha ricevuti presso l’Enoteca Regionale di Offida; Harvest Group, nella persona del Prof. Luigi Costantini che li ha ricevuti nell’attrezzato laboratorio di analisi di Offida; Giocamondo nella persona del Presidente Stefano de Angelis, che li ha ospitati nella sua locanda del Medioevo ad Ascoli Piceno.

Inoltre la delegazione ha visitato i musei di Ascoli Piceno, Offida e San Benedetto del Tronto gestiti dalle cooperative Integra, Pulchra ed Oikos (aderenti a Fabbrica Cultura) ed incontrato altri soci del Consorzio quali Ophiservice, Piceni Art for Job, Ad Art, Progetto Zenone, Cooperativa Sociale Service Coop, Tuber Communications, Agricolae ed In Italia.

La delegazione, guidata da Ahmet JETULLAHU – Meti, Direttore di Prishtina REA, ha manifestato piena soddisfazione sottoscrivendo al termine della visita con la FIDEAS Srl di Offida un memorandum che delinea le future azioni della cooperazione avviata ed in particolare:
1) cooperazione istituzionale interregionale ed inter-comunale
2) sostegno alla gestione delle cooperativa
3) cooperazione partnership di gestione della supply chain
4) promozione del turismo e del patrimonio cultural

Chi fosse interessato allo sviluppo di relazioni istituzionali, culturali, economiche o formative con il Kosovo puo’ quindi rivolgersi agli uffici della FIDEAS SRL (Tel. 0736 880843, Email: fideas@topnet.it), che sta già organizzando una missione in Kosovo dove gli ospiti hanno invitato a contraccambiare la loro visita.








Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 16-09-2014 alle 11:35 sul giornale del 17 settembre 2014 - 690 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pubbliredazionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/9My