Omicidio Sarchié: lo strano caso dello scooter nel garage del parroco

pietro sarchiè 1' di lettura 08/09/2014 - Nuova svolta nelle indagini sull'omicidio di Pietro Sarchiè. Questa volta si tratta del sequestro di uno scooter, appartenente a Salvatore Farina, indagato insieme al padre per omicidio.

Il mezzo infatti si trovava nel garage della parrocchia di don Mario Cardona, sacerdote di Seppio. L'uomo si è giustificato spiegando agli inquirenti che il ragazzo lasciava spesso il motorino nel suo box, ma sembra strano che il prete non abbia detto nulla fino al momento del sequestro. Tra l'altro, abitando a pochi metri da casa Farina, don Mario sarebbe anche un super testimone in quanto avrebbe potuto accorgersi di movimenti e particolari utili ai fini dell'indagine. Tuttavia nessuna indiscrezione è emersa finora.

Si sfoga su Facebook la figlia di Pietro, Jennifer: "Lo scooter degli assassini di mio padre è stato nascosto (perchè nascosto??) nel garage del parroco, che insiste a dire nonostante tutto, che è una brava famigliola ...ma..."






Questo è un articolo pubblicato il 08-09-2014 alle 14:39 sul giornale del 09 settembre 2014 - 500 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Riccardo Antonelli, articolo, pietro sarchiè, seppio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/9rx





logoEV