Parco Urbano, i candidati sindaco in visita nell'area

1' di lettura 25/03/2014 - I candidati sindaco che domenica scorsa nel pomeriggio hanno partecipato alla visita guidata organizzata dalle associazioni ambientalistiche nell'area del campo di aviazione di Fano hanno potuto constatare di persone tre cose importanti.

- Quanto sia negativa la previsione di PRG di una strada di scorrimento nella parte destinata a parco urbano;

- quanto siano necessari i controlli per l'uso degli spazi;

- le condizioni dei vecchi hangar dai quali, per il forte vento, una lamiera metallica correva il rischio di volar via.

In più i presenti (una quarantina di persone, compresi i candidati sindaco Massimo Seri, Hadar Omiccioli e Luca Paolini) hanno trovato una gradita sorpresa preannunciata per telefono da Davide Del Vecchio, altro candidato: la parziale eliminazione di una rete di recinzione che fino a qualche giorno fa interrompeva il percorso pedonale sorto all’esterno della recinzione del nuovo aeroporto. È questa una battaglia vinta dalla associazioni ambientalistiche che da tempo hanno segnalato le proteste di tanti cittadini che si sono visti privati di uno spazio pubblico ed è forse il primo provvedimento concreto registrato dopo dieci anni di inerzia nei confronti del "parco che non c'è".

Confortano le parole pronunciate dai candidati sindaco presenti all'iniziativa: tutti concordano sulla necessità di realizzare finalmente il parco urbano eliminando la strada giustamente definita "ammazza parco" prevista da un PRG arretrato dal punto di vista culturale e da rivedere profondamente.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2014 alle 17:40 sul giornale del 26 marzo 2014 - 1469 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, parco urbano, Enrico Tosi, campo d'aviazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/1sX





logoEV