Coldiretti: neve e maltempo, segnalazione dei danni da alluvione entro il 20 dicembre

coldiretti logo 1' di lettura 27/11/2013 - La neve caduta nella provincia picena sta causando disagi alle semine del grano e dell’orzo, con il rischio che il prolungarsi del maltempo possa impedirle del tutto. A lanciare l’allarme è la Coldiretti Ascoli Fermo, dopo un primo monitoraggio della situazione nelle campagne.

Il maltempo della scorsa settimana ha reso impraticabili i campi, e la neve ha ora bloccato ulteriormente ogni attività.

La speranza è che le condizioni possano migliorare poiché, in caso contrario, c’è il concreto rischio che le semine possano saltare del tutto. Ma c’è anche il timore che eventuali gelate possano “bruciare” le verdure in campo.

L’ennesimo colpo inferto alle campagne marchigiane dopo le piogge alluvionali della scorsa settimana.

Proprio in merito ai problemi causati dalle violente precipitazioni di metà novembre, il Servizio agricoltura della Regione ha emanato un decreto allo scopo di avviare il percorso per il riconoscimento dello stato di calamità e l’attivazione degli aiuti compensativi a carico del Fondo di solidarietà nazionale.

Gli agricoltori colpiti dovranno i danni subiti (terreni, strade poderali, coltivazioni, fabbricati, ecc.) entro il prossimo 20 dicembre.

La Regione provvederà quindi alle necessarie verifiche e alla quantificazione del danno, dopodiché delibererà l’eccezionalità dell’evento calamitoso e individuerà le necessarie misure di aiuto. Quello in corso è, di fatto, il terzo anno consecutivo nel quale il territorio marchigiano viene colpito da calamità, dopo l’alluvione del 2011 e le nevicate dello scorso anno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2013 alle 11:36 sul giornale del 28 novembre 2013 - 679 letture

In questo articolo si parla di attualità, maltempo, alluvione, agricoltura, coldiretti, neve, segnalazione, campagne, semine, 20 dicembre

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/U9g





logoEV