Tragedia in stazione, ancora poco chiara la dinamica dell'incidente

Freccia Bianca 1' di lettura 05/10/2013 - Sono ancora da chiarire le cause di ciò che è accaduto a Pap Dieye, il giovane senegalese tragicamente investito da un Frecciabianca nella serata di venerdì.

Dalle prime ricostruzioni pare che il ragazzo al momento dell'incidente indossasse delle cuffiette per ascoltare musica, circostanza che gli avrebbe impedito di accorgersi dell'arrivo del treno. Di certo c'è che il Frecciabianca Venezia – Lecce viaggiava a di 180 km orari, una velocità da molti ritenuta troppo elevata. L'accaduto, che segue di pochi giorni l'incidente che ha visto coinvolto un medito del Santa Croce, ha provocato molto dolore in città e ha spinto ad intervenire il Sindaco Stefano Aguzzi e l'Onorevole Lara Ricciatti che presto presenterà un'interrogazione parlamentare sulla sicurezza dei passeggeri durante il transito dei treni in stazione.






Questo è un articolo pubblicato il 05-10-2013 alle 19:32 sul giornale del 07 ottobre 2013 - 2187 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, Elena Serrano, treno, stazione fano, news, freccia bianca, notizie fano, ultim'ora, tragedia stazione fano, tragedia in stazione fano, investimento freccia bianca fano, stazione ferroviaria fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/SH3





logoEV