Ferrovia Val Metauro: in carrozza sul trenino dei sapori

Associazione Ferrovia Val Metauro 2' di lettura 30/07/2013 - L’associazione FVM ha partecipato venerdì 26 luglio, nella vecchia stazione di Monturano Rapagnano, all’ultimo appuntamento di “Emozioni Fermo”, programma di eventi turistico-sensoriali promosso dall’Assessorato al Turismo della città.

L’evento “In carrozza sul trenino dei sapori” ha visto la vecchia stazione, restaurata e recuperata da alcuni anni per scopi culturali, riempirsi di turisti e residenti per gustare insieme prodotti tradizionali del territorio, tra cui molto apprezzate le galantine rivisitate da Picena Gastronomia, in abbinamento ai vini della cantina Ortensi. Il professore Elvezio Serena, presidente della Sezione fermana di Italia Nostra ha riproposto aneddoti e vicende curiose legate al trenino che da Porto San Giorgio saliva fino alle falde dei Sibillini, i Monti Azzurri di leopardiana memoria. Carlo Bellagamba, presidente dell’associazione FVM, ha parlato in merito alla tormentata vicenda della ferrovia Fano Urbino , rilevando l'inadeguatezza dei trasporti pubblici nella valle metaurense e la carenza di idee innovative e propositive della politica.

La serata è stata allietata dal Musicista teramano Davide di Pietro con tradizionali musiche per fisarmonica ed organetto e dall’Artista fermana Simona Bianchini che ha offerto al pubblico le sue creazioni “in diretta” di arte figurativa. Il Professore Angelo Serri ( Docente presso l'Università di Macerata ed ideatore di “Tipicità Marche”, Festival del prodotto di qualità delle nostre terre ), illustrando lo spirito che ha animato la serie di incontri tra turisti e prodotti del comprensorio, ha ricordato la sua partecipazione al convegno presso la Camera di Commercio di Pesaro “Treno e turismo: una strategica alleanza”. Il Prof. Serri ha confermato e proposto sul suo territorio, privato della ferrovia da cinquant’anni, le strategie avanzate da FVM riguardanti, soprattutto, l'aspetto ed il contesto storico, turistico e culturale di ogni specifico territorio . La serata ha riscosso un notevole successo di pubblico convenuto dalle spiagge fermane. A questo punto ci si chiede: “Quale sarebbe il successo di manifestazioni del genere nella Valle del Metauro, dove il treno potrebbe tornare grazie ad un minimo di sensibilità e di riguardo della politica nei confronti della popolazione?”

Fermo ha realizzato con successo ed in breve tempo un evento molto gradito e guarda con interesse ad una fattiva, reale collaborazione con il pesarese sui problemi che affliggono i territori di queste due comunità. Che tipo di segnali provengono invece dal Nord delle Marche?








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2013 alle 15:51 sul giornale del 31 luglio 2013 - 2569 letture

In questo articolo si parla di attualità, associazione ferrovia val metauro, emozioni fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/P6A