Aggressione notturna: D'Anna dalla parte delle Forze dell'ordine, ma la solidarietà non basta

GIANCARLO D'ANNA 1' di lettura 28/07/2013 - La grave aggressione che si è verificata questa mattina alle cinque nei confronti di due agenti di Polizia da parte di 5 giovani del posto non è assolutamente tollerabile né giustificabile dal fatto che i ragazzi fossero ubriachi.

A poche ore di distanza dalla tragica morte di una ragazza, sembra per cause legate alla droga, all'interno della sempre più abbandonata stazione del treno, Fano vive situazioni di degrado allarmanti. E' necessario agire in fretta, non solo con una vigilanza più attenta e consistente ma anche evitando che feste e serate si trasformino in una terra di nessuno dove sfasciare, urinare, defecare è oramai comune. L'abuso di alcool e lo spaccio della droga sono sotto gli occhi di tutti e se è vero che è preferibile che i nostri ragazzi non cerchino altrove il “divertimento” è altrettanto vero che episodi come questi niente hanno a che fare col divertimento bensì col degrado di chi compie questi atti e della città che lo subisce. Maggiori controlli delle autorità e più autocontrollo da parte chi somministra alcolici- anche se a volte non tutto l'alcool consumato nelle serate viene acquistato al momento- sono indispensabili. Contemporaneamente vanno proposte ai giovani e sostenute con forza alternative valide e di qualità al semplice sballo. Ville e Castella sono un esempio di come si possa coniugare cultura, tradizione, territorio, artisti e luoghi in un percorso sano e qualificante.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2013 alle 14:02 sul giornale del 29 luglio 2013 - 1912 letture

In questo articolo si parla di politica, Giancarlo d'anna, corso matteotti, consigliere regionale, aggressione a fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/P1C





logoEV