Dopo un lungo Consiglio comunale, approvata la variante ex Zuccherificio

consiglio comunale sulla variante ex zuccherificio 3' di lettura 27/03/2013 - Dopo un lungo ed animato Consiglio comunale, terminato alle 3.30 di notte, è stata approvata la variante al Piano Regolatore vigente relativamente all'area dell'ex Zuccherificio.

Una seduta iniziata tra le polemiche, infatti, all'arrivo in aula dei rappresentanti dei commercianti del centro storico e delle associazioni di categoria, tra cui anche Confesercenti e Confcommercio, la sala si è riempita di persone ed è stato chiesto, attraverso la messa al voto, di anticipare la trattazione della variante al Prg, soprattutto per ragioni di ordine pubblico. Deciso invece di procedere come concordato dall'Ordine del Giorno, è partita la protesta dei commercianti presenti che, al grido "Ci avete già preso in giro", hanno deciso di uscire dall'aula.

Venanzio Donnini, segretario del Comitato "Apriamo il centro" spiega: "Siamo qui in segno di protesta, e ieri abbiamo spento le luci dei negozi, perché questa variante non è affatto un'opportunità per la città. Un nuovo centro commerciale, così grande, significa uccidere il centro storico di Fano. Non siamo qui per difendere interessi personali, il problema è molto più ampio, anche i dati statistici ci danno ragione". Dello stesso parere Pier Stefano Fiorelli di Confesercenti, presente anche Ilva Sartini: "Speravamo in una rappresentanza più ampia di commercianti, non solo del centro ma anche della periferia. Ribadiamo in nostro 'no' alla variante, vogliamo far capire all'Amministrazione comunale che le attività sono già in ginocchio e l'approvazione di un progetto del genere può soltanto essere negativa per la città. Basta fare un giro per i negozi per vedere che sono già vuoti, non ne servono altri".

Si è iniziato con tre interrogazioni, una sul bilancio sociale del Comune di Fano, una sull'affidamento della gestione del centro residenziale Don Paolo Tonucci e una sull'Ospedale unico, poi, dopo una lunga discussione che ha visto l'intervento di numerosi consiglieri sia di maggioranza che minoranza, è stata respinta a maggioranza la mozione di iniziativa popolare concernente il parere contrario al progetto del nuovo Ospedale unico, presentata dal grillino Hadar Omiccioli, che ha visto come relatore il primo firmatario Antonio Colucci. Anche in questo caso, la discussione è stata accompagnata da alcune polemiche per l'esibizione in aula di alcuni cartelli da parte del Coordinamento e del Comitato per la Difesa del Santa Croce. Presenti anche Consiglieri regionali, come Giancarlo D'Anna e Roberto Zaffini.

Approvato all'unanimità l'Ordine del Giorno urgente a favore del casello autostradale Fano Nord al Fenile, fortemente voluto da tutta la Commissione ai Lavori Pubblici. Infine, si è passati alla variante ex Zuccherificio che ha visto rientrare in aula anche alcuni commercianti fanesi. Dopo una lunga e accesa discussione, accompagnata dai dodici emendamenti proposti dal Pd, dei quali solo uno è stato accolto, verso le 3.30 di notte, è stata approvata la variante con 19 voti a favore e 10 contrari, nessun astenuto.






Questo è un articolo pubblicato il 27-03-2013 alle 08:00 sul giornale del 28 marzo 2013 - 2652 letture

In questo articolo si parla di cronaca, consiglio comunale, fano, politica, news, notizie fano, ultim'ora, Sabrina Giovanelli, variante ex Zuccherificio, variante ex zuccherificio fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/K8t





logoEV